EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Cina-Stati Uniti: Kerry a Pechino per i negoziati sul clima

La visita di Kerry in Cina
La visita di Kerry in Cina Diritti d'autore Florence Lo/AP
Diritti d'autore Florence Lo/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il dialogo tra Usa e Cina riprende dopo quasi un anno, a causa delle frizioni dell'agosto 2022 in seguito alla visita a Taiwan dell'ex presidente della Camera dei Rappresentanti Usa, Nancy Pelosi

PUBBLICITÀ

Nel secondo giorno della sua visita ufficiale a Pechino l'inviato statunitense per il clima John Kerry è arrivato a Pechino dove ha incontrato il capo della diplomazia cinese Wang Yi. Fino a domani Kerry cercherà di rilanciare la cooperazione tra i due Paesi sulle questioni ambientali.

Il dialogo, avviato dal diplomatico statunitense alla Cop26 di Glasgow nel 2021, riprende dopo oltre un anno di stallo, causato dalla visita dell'ex presidente della Camera dei Rappresentanti Usa, Nancy Pelosi a Taiwan che aveva provocato le proteste di Pechino e l'avvio di pesanti esercitazioni militari dell'esercito cinese intorno all'isola.

"Cina e Stati Uniti sono le due più grandi economie del mondo. E siamo anche i due maggiori emettitori di gas serra. Abbiamo l'obbligo di unire le nostre forze e lavorare insieme per mostrare al resto del mondo che possiamo cooperare e affrontare l'emergenza climatica con l'urgenza che richiede", aveva dichairato ieri Kerry parlando con il capo negoziatore di Pechino per il cambiamento climatico, Xie Zhenhua.

Diplomazia ambientale

Quello di ieri tra John Kerry e Xie Zhenhua è solo l'ultimo incontro di una lunga serie. Durante la presidenza Obama, i due hanno negoziato l’intesa bilaterale che è poi sfociata negli Accordi di Parigi del 2015, riportando gli Stati Uniti nell'alveo dell'impegno internazionale per il clima.

La Cina e gli Stati Uniti potrebbero usare la cooperazione sul clima per ravvivare le loro relazioni sempre più tese dopo la crisi del pallone spia cinese abbattuto nello spazio aereo statunitense e causa delle guerre commerciali tra le due potenze. Il loro impegno è essenziale per l'efficacia della risposta globale contro il cambiamento climatico. L'incontro è coinciso con le ondate di calore estremo che stanno interessando l'intero emisfero settentrionale. In particolare Cina e Stati Uniti, dove le massime hanno superato i 50 gradi, nel deserto tra California e Nevada, e nella regione del Xinjiang, nella Cina occidentale.

"La nostra speranza è che questo possa essere l'inizio di una nuova definizione di cooperazione e di capacità di risolvere le differenze tra noi", ha detto Kerry al diplomatico Wang Yi durante un incontro nella Grande Sala del Popolo.

Rivolgendosi al premier Li Qiang, Kerry ha avvertito che la situazione potrebbe peggiorare quest'estate e ha citato le notizie secondo cui una stazione meteorologica nella regione nord-occidentale cinese dello Xinjiang ha registrato una temperatura massima di 52,2°C domenica.

I temi trattati

I temi di discussione tra le due parti includono la questione dei finanziamenti per il clima e per la transizione energetica, il consumo di carbone in Cina e la riduzione delle emissioni di metano, il più potente tra i gas serra sprigionati dalle attività umane.

Li ha esortato i Paesi ricchi a "prendere l'iniziativa" nella riduzione delle emissioni e a rispettare gli impegni presi per fornire finanziamenti per favorire lo sviluppo sostenibile nei Paesi poveri, come riporta l'agenzia di stampa cinese Xinhua.

Kerry è il terzo alto funzionario dell'amministrazione Biden che ha visitato la Cina nelle ultime settimane dopo il Segretario di Stato Antony Blinken e il Segreatario del Tesoro Janet Yellen.

Kerry ha dichiarato di aver apprezzato l'opportunità di "cambiare in meglio le nostre relazioni" e che il oresidente statunitense Joe Biden è "impegnato in prima persona nella stabilizzazione dei rapporti tra Cina e Stati Uniti al fine di promuovere sforzi congiunti che possano fare la differenza nel mondo".

Biden "apprezza il suo rapporto con il presidente cinese Xi (Jinping), e credo che il presidente Xi apprezzi il suo rapporto con il presidente Biden, e so che non vede l'ora di poter andare avanti e cambiare la dinamica", ha aggiunto Kerry.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gli oceani diventano verdi a causa dei cambiamenti climatici

Europa, tornano afa e caldo estremi. Tutta colpa dei cambiamenti climatici

35 anni da piazza Tiananmen: il mondo ricorda il massacro del 4 giugno 1989, la Cina no