EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

I rifugiati ucraini e la sfida quotidiana con la scuola polacca

Copyright
Copyright Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Una sfida più grande di loro. I bambini ucraini rifugiati in Polonia muovono i primi passi nel mondo della suola locale tra mille difficoltà legate a una lingua complessa. Ma a pochi mesi dal loro arrivo alcuni già parlano solo il polacco

PUBBLICITÀ

Per i 130.000 bambini ucraini rifugiati nelle scuole polacche, imparare la lingua del paese ospitante è una grande sfida. Ma circa 3.000 sono aiutati da Deniz, un immigrato curdo che, insieme ad alcuni amici, ha creato un'iniziativa di base peer-to-peer.

"Ho pensato  - spiega Deniz - che, visto che abbiamo  Internet, perché non fare qualcosa in modo che le personelo possano utilizzare per insegnare e imparare. Non si vergogneranno di nulla, proprio come farebbero davanti agli insegnanti. Abbiamo iniziato a creare questa pagina "Polish to the max", abbiamo creato profili appositi  su Instagram, FB e Tik-Tok. Poi siamo passati alle lezioni online. Ogni giorno dalle 17.00. Abbiamo potuto aiutare i bambini con i compiti di lingua polacca. All'inizio era difficile comunicare con loro,  ma ora parlano praticamente solo polacco.

Non solo scuola. Imparare la lingua aiuta integrazione e socialità

Gli educatori sottolineano che queste iniziative non riguardano solo l'apprendimento della lingua polacca, ma aiutano anche l'autostima e l'integrazione in un nuovo Paese...

Gosia Cwiek, della Fondazione Ocalenie per il sostegno all'istruzione spiega perchè queste iniziative sono fondamentali

"È importante anche sostenerli nelle loro iniziative. Queste iniziative di base per l'insegnamento del polacco agli ucraini, hanno un valore tale da accorciare le distanze: se dall'altra parte dello schermo c'è una persona che era nei nostri stessi panni, che poi ha imparato la lingua polacca e ora la conosce abbastanza bene da poterla insegnare a noi, e se questa persona ci è riuscita, significa che anch'io potrò imparare questa lingua".

Una lingua difficile, uno sforzo enorme per i bambini

I bambini ucraini hanno dovuto adattarsi praticamente da un giorno all'altro alla terminologia scientifica polacca. Gli esperti sottolineano che si tratta di uno sforzo enorme che richiede pazienza e tempo come spiega Jedrzej Witkowski, presidente del Centro per l'educazione civica:

"Uno dei problemi principali è il linguaggio . I ragazzi sono già in grado di comunicare con i loro coetanei, ma il linguaggio dell'educazione è qualcosa di completamente diverso, cioè la capacità di comprendere le istruzioni dell'insegnante, ma anche la capacità di imparare ogni materia: i prismi, la storia della Polonia, la mitosi, la meiosi, la fisica, la biologia, la chimica. Qui, questo linguaggio educativo viene acquisito molto più lentamente; i ricercatori affermano che ci vogliono anche 2 o 3 anni."

Nuove sfide per i giovani ucraini 

I bambini ucraini residenti in Polonia possono essere iscritti al sistema di istruzione online polacco oppure ucraino. E il prossimo anno scolastico sarà per loro un'altra grande sfida.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

480° giorno di guerra: controffensiva ucraina sospesa per "rivalutazione tattica"?

La "seconda guerra" dell'Ucraina: cercasi disperatamente acqua

Polonia, Tusk: "Arrestati dodici sabotatori controllati dalla Russia"