EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La controffensiva ucraina "avanza gradualmente". Mariupol nel mirino

Secondo Kiev la controffensiva ucraina registra "avanza gradualmente"
Secondo Kiev la controffensiva ucraina registra "avanza gradualmente" Diritti d'autore Iryna Rybakova via AP
Diritti d'autore Iryna Rybakova via AP
Di Gianluca Martucci
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Secondo Kiev l'esercito starebbe conseguendo progressi "in tutte le zone direzioni meridionali", dove i russi "non hanno molto successo". Il Cremlino si concentra sul fronte orientale

PUBBLICITÀ

Secondo le ultime dichiarazioni del viceministro della Difesa ucraino, Hanna Maliar, la controffensiva Ucraina, molto attiva soprattutto verso le città costiere di Berdiansk e Mariupol, sta producendo "successi tattici" che confermano come l'esercito di Kiev stia avanzando gradualmente "guadagnando fino a due chilometri di territorio in tutte le direzioni".

Il governo ucraino dice di aver ripreso il controllo di numerosi piccoli centri e di aver riconquistato una superficie totale di 100 chilometri quadrati.

I soldati ucraini "continuano a condurre azioni sia offensive che difensive" e "operano in condizioni di superiorità aerea e di artiglieria", ha affermato in un aggiornamento su Telegram Maliar. Nelle aree occupate nell'Est del Paese "il nemico conduce operazioni di assalto in più direzioni contemporaneamente, in particolare verso la città di Lyman", concentrando un numero consistente di risorse. Nel Sud, invece, queste operazioni da parte del Cremlino "non stanno avendo successo", ha aggiunto.  A Bakhmut, "l'intensità complessiva delle ostilità è leggermente diminuita; le nostre truppe stanno effettuando operazioni offensive in aree separate", ha detto Maliar.

Mosca tuttavia continua a negare lo svolgimento della controffensiva ucraina, vantandosi di aver inflitto pesanti perdite a Kiev nelle ultime ore. Oleksandr Prokudin, capo dell'amministrazione militare regionale ucraina, ha annunciato che gli attacchi dell'artiglieria su Kherson di venerdì 16 giugno hanno provocato due morti e 25 feriti. I colpi dell'artiglieria russa hanno provocato un ferito nella regione di Kharkiv.

Da quando Kiev ha annunciato la sua controffensiva, tuttavia, l'esercito russo ha  accresciuto la flotta di elicotteri d'attacco russi nell'aeroporto di Berdiansk (collocato 100 chilometri più a Sud della linea del fronte) di altre 20 unità. 

Il think tank dell'Istituto per lo studio della guerra ha pubblicato una valutazione sulle dichiarazioni rilasciate dal presidente russo Vladimir Putin durante il Forum economico di San Pietroburgo rispetto all'avvenuto dispiegamento di armi nucleari in Bielorussia. "Il dispiegamento di armi nucleari tattiche russe in Bielorussia fa parte di uno sforzo di lunga data per cementare il controllo militare de facto della Russia sulla Bielorussia", ma "è altamente improbabile che presagisca un'escalation russa", ha fatto sapere il think tank.

In una relazione appena pubblicata, intanto la Procura generale ucraina ha aggiornato il numero dei bambini coinvolti nel conflitto: 488 minori sono morti, sono più di mille invece i bambini feriti. Un terzo delle vittime è stato registrato nella sola regione di Donetsk.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: controffensiva proficua, ma Kiev potrebbe prendersi una pausa operativa

480° giorno di guerra: controffensiva ucraina sospesa per "rivalutazione tattica"?

Guerra in Ucraina, salgono a 16 le vittime dell'attacco russo su un negozio a Kharkiv