Sicilia: due tonnellate di cocaina sequestrate in mare dalla Guardia di Finanza

Pacchi di droga in mezzo al mare.
Pacchi di droga in mezzo al mare. Diritti d'autore AFP
Di Euronews - Ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Si tratta di uno dei più grandi ritrovamenti di sostanze stupefacenti mai avvenuti sul territorio italiano. Un carico di cocaina lasciato in mare da navi cargo, che doveva essere poi recuperato e trasportato sulla terraferma. Valore di mercato della cocaina recuperata: oltre 400 milioni di euro

PUBBLICITÀ

1.600 panetti di cocaina imballata in 70 grandi pacchi galleggianti, tenuti insieme da una rete da pescatori, per evitare infiltrazioni d'acqua e l'inabissamento, con dispositivi di illuminazione per l'individuazione durante la notte. 

In totale: due tonnellate di cocaina, per un valore di mercato di oltre 400 milioni di euro, sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza.

A recuperarla in mare, al largo della costa orientale della Sicilia, sono stati i militari del Comando provinciale di Catania e gruppo aeronavale di Messina.

Italian Financial Police/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
La Guardia di Finanza recupera la droga in mare.Italian Financial Police/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Si tratterebbe un carico di cocaina lasciato in mare da navi cargo, che doveva essere poi recuperato e trasportato sulla terraferma.

Secondo la Guardia di Finanza, è uno dei più ingenti ritrovamenti di sostanze stupefacenti mai effettuati sul territorio italiano.

I pacchi contenenti la cocaina erano stati avvistati, nell'ambito delle specifiche attività di controllo delle acque costiere della Sicilia orientale, per finalità di controllo economico-finanziario, da unità aeronavali delle Fiamme Gialle.

Guardia di Finanza di Catania
Pacchi di cocaina in mezzo al mare.Guardia di Finanza di Catania

È stato successivamente attivato il Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Catania, che - con il supporto del reparto Operativo aeronavale di Palermo - ha fornito collaborazione per le attività di recupero dei colli dal mare e ha coordinato le successive operazioni di messa in sicurezza del carico. 

Parallelamente, è stata avviata un'attività di ricognizione aerea da parte di velivoli del gruppo di Esplorazione aeromarittima di Pratica di Mare e della sezione Aerea di manovra di Catania per verificare l'eventuale presenza di altri colli dispersi nell'area circostante a quella di rinvenimento.

Terminate le attività aeree e in mare, unità specializzate del Nucleo PEF (Polizia economico-finanzaria) di Catania hanno proceduto, dunque, all'ispezione dei pacchi, riscontrando l'effettiva presenza all'interno degli stessi di numerosi panetti contenenti sostanza biancastra in polvere che, da un preliminare esame tramite l'utilizzo di test speditivi, è risultata essere cocaina.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Al via Vinitaly: oltre 4mila cantine presenti, Lollobrigida contestato

È morto Roberto Cavalli, lo stilista fiorentino aveva 83 anni

Esplosione a Suviana: trovati tutti i dispersi, sette i morti