EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Sole 24 Ore e ANSA fonti più affidabili per i parlamentari

I contrari sono stati 129
I contrari sono stati 129
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Il Sole 24 Ore, ANSA, Sky TG24 e i TG Rai sono le fonti di informazione più consultate e ritenute più affidabili dai parlamentari, secondo una ricerca svolta su un campione rappresentativo di deputati e senatori di questa legislatura da parte di Quorum/YouTrend, in collaborazione con Cattaneo Zanetto & Co. Sole 24 Ore e ANSA sono i media italiani considerati più affidabili, con un punteggio rispettivamente di 7,7 e 7,5 su 10, ai livelli di media internazionali come New York Times e BBC (7,7). Appena dietro troviamo i telegiornali nazionali della Rai (7,2) e Sky TG24 (7,1). I telegiornali del servizio pubblico (TG1, TG2 e TG3) sono anche i più seguiti fra i TG tradizionali. L'86% dichiara di averli visti almeno una volta nell'ultima settimana, un dato superiore a quello dei TG regionali Rai (77%) e dei telegiornali Mediaset (75%). Sky TG24 è invece in testa fra i canali all-news (83%), distanziando RaiNews24 e TgCom24. Il Sole 24 Ore è il giornale cartaceo più consultato dai parlamentari. Il 93% degli intervistati l'ha letto almeno una volta nell'ultima settimana, con una diffusione trasversale fra maggioranza e opposizione. Seguono il Corriere della Sera (87%, il più consultato dai parlamentari dell'opposizione), Il Foglio (84%) e le rassegne stampa (76%). Il Sole 24 Ore vince anche la sfida del web, con l'87% dei parlamentari intervistati che ha visitato il sito della testata. Seguono l'Huffington Post (82%) e Il Corriere della Sera (75%). In questa classifica la prima agenzia di stampa è l'ANSA (64%). I social media più utilizzati per informarsi sono Whatsapp e Facebook, consultati rispettivamente dal 100% e dal 98% dei parlamentari. Restano più indietro Instagram (87%), Twitter (80%) e soprattutto TikTok (21%). L'indagine di YouTrend ha preso in esame un campione di 41 parlamentari, rappresentativi per sesso, fascia d'età, area di provenienza, ramo del Parlamento e gruppo parlamentare. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra a Gaza: decine di morti nel campo di Nuseirat, la Nuova Zelanda contro Israele

Pakistan: tre morti e venti feriti in un attacco durante una marcia per la pace

Blocco informatico: lento ripristino delle attività dopo l'aggiornamento di Crowdstrike