Serbia: shopping di Natale con la crisi

Serbia. Belgrado
Serbia. Belgrado Diritti d'autore Euronews Serbia
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I serbi non rinunciano ai regali né al cenone del 31 dicembre per festeggiare il nuovo anno

PUBBLICITÀ

Di solito le luminarie si accendevano già a ottobre, ma quest’anno Belgrado si è vestita a festa solo a partire dalle ultime due settimane dell’anno. Le luci di Capodanno rimarranno accese nella capitale serba per un mese nel centro della città.

Nella via principale si respire l’atmosfera festosa del Natale, accompagnata dallo shopping. Nonostante la crisi mondiale, si direbbe che non si stia risparmiando poi troppo, secondo quanto dicono alcuni residenti.

I prezzi sono aumentati più che mai negli ultimi mesi. La capacità di spesa delle persone è limitata e gli economisti avvertono che questo non è il momento adatto né per contrarre un prestito né per acquistare immobili.

Ljubodrag Savić, professore economia, spiega: "Per diversi motivi dovremmo spendere meno e prenderci cura di ciò che acquistiamo. In primo luogo perché come nazione siamo in sovrappeso e dovremmo mangiare meno, poi perché non è il momento di spendere, ma di risparmiare. Un uomo intelligente, come si suol dire, risparmia denaro quando ce l'ha, ma non è il caso dei serbi".

Indipendentemente da quanti soldi abbiano in tasca, i serbi per tradizione partecipano al cenone del 31 dicembre. Per quella notte sono pronti a spendere da 30 fino a 400 euro. La musica dal vivo è obbligatoria in tutti i ristoranti e i trombettisti arrivano a mezzanotte.

Milica Petković, del ristorante Tri Hats, afferma: "Quasi tutto il locale è riservato. I nostri ospiti provengono da tutto il mondo, è un'ulteriore prova che non tutti dobbiamo parlare tutte le lingue, qui tutti vanno d'accordo con la nostra musica, il buon servizio e ovviamente il buon cibo".

Per coloro che non parteciparanno ai cenoni nei ristoranti, la città di Belgrado offre spettacoli all’aperto con esibizione di famosi cantanti e dj, dice Natasha Jovanovic di Euronews Serbia: "Non è insolito che i serbi festeggino anche se la situazione è difficile. Per le strade e le piazze si è fatta festa con la musica anche durante le crisi più grandi, durante le sanzioni degli anni '90, e quando cadevano le bombe".

Leggi anche:

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Serbia: deraglia treno merci e disperde ammoniaca

Serbia, migrante ferito a colpi di pistola

Accordo Serbia-Kosovo su targhe auto. Ue: " Ora normalizzazione dei rapporti"