La devastazione a Melitopol e i razzi multipli Himars che cambiano la guerra

Artiglieria ucraina
Artiglieria ucraina Diritti d'autore in movimento
Di euronews e ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il gruppo paramilitare russo Wagner ha lasciato morte e macerie nella zona di Melitopol dove tuttavia, secondo le autorità imposte da Mosca, ci sarebbero stati due morti in seguito al bombardamento di razzi Himars forniti agli ucraini dagli USA

PUBBLICITÀ

Il gruppo paramilitare russo Wagner ha lasciato solo macerie nei sobborghi della città ucraina di Melitopol dove tuttavia, secondo le autorità imposte da Mosca, ci sarebbero stati due morti in seguito al bombardamento di razzi Himars forniti agli ucraini dagli USA. Intanto fonti ucraine parlano di "200 locali" uccisi dalle forze russe. Un morto risulterebbe anche in seguito ai bombardamenti russi di domenica nella regione di Kherson (Ucraina meridionale).

Le armi pesanti che cambiano la guerra

L'irruzione dei razzi multipli Himars (a lunga gittata) nella guerra segna una svolta. Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj in un tweet evoca la conferma avuta dall' omologo statunitense sulla fornitura di più aiuti militari per rafforzare le capacità di difesa aerea ucraina e quindi per contrastare gli atticchi russi alle infrastrutture del Paese.

L'efficacia degli Himars

I nuovi missili più avanzati che Joe Biden ha inviato a Kiev, gli Himars,  hanno una gittata di circa 80 km; si tratta di sistemi di lancio multipli di razzi (Mlrs), con unità mobili che possono lanciare simultaneamente più missili di precisione a guida Gps. Sia l'Ucraina che la Russia ne fanno già uso ma gli Himars hanno un raggio d'azione e una precisione superiori.

Per la precisione, Washington fornirà gli M142 Himars, una versione più aggiornata, leggera e agile degli M270 Mlrs montati su camion e sviluppati negli anni '70 per gli Usa e ora in dotazione anche ad alleati europei, come Polonia e Romania. I sistemi Himars trasportano una capsula pre-caricata con sei missili (contro i due della versione precedente) o una più grande caricata con sistemi di missili tattici (Atacms) dalla gittata di 300 km, che tuttavia il Pentagono non darà a Kiev: gli Atacms hanno infatti la capacità di colpire centri urbani e basi militari in Russia, compresi gli aeroporti da dove partono i raid contro l'Ucraina. Basta una piccola squadra (addestrabile in alcuni giorni) e in pochi minuti gli Himars possono essere ricaricati, senza l'aiuto di altri veicoli.

Cambio degli assetti

Il vantaggio di questi sistemi è che consentiranno agli ucraini di colpire oltre le linee russe mantenendo una distanza di sicurezza dall'artiglieria nemica. In questo modo potranno minacciare anche i depositi delle forniture russe, aumentando i problemi logistici dell'armata di Putin. Secondo alcuni analisti potrebbero essere 'game-changer', un punto di svolta nella guerra che vede l'esercito di Kiev in difficoltà nel Donbass. Ma per altri esperti gli Himars serviranno solo a pareggiare le forze in campo, riducendo gli svantaggi verso le truppe di Mosca.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, fuoco russo sui civili

Ucraina: Sofia è nata in guerra, suo papà è al fronte; lo strazio della madre

Ucraina, Kuleba: "Non è ancora tempo di negoziare"