Tra creatività e business, il filone dell'industria italiana dei videogiochi

L'industria dei videogiochi
L'industria dei videogiochi Diritti d'autore AFP - screenshot
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

'Mario + Rabbids: Sparks of Hope', la nuova creatura nata dalla collaborazione tra Ubisoft Milan e Nintendo, uscirà il 20 ottobre su Nintendo Switch

PUBBLICITÀ

Immaginate il suggestivo Regno dei Funghi con il suo eroe, l'idraulico con i baffoni Super Mario.
Aggiungete limprevedibilità dei conigli pazzi, i Rabbids.
Avrete "Sparks of Hope", il secondo capitolo della serie crossover creata in collaborazione tra il team di Ubisoft Milan e Nintendo: si tratta del seguito di Kingdom Battle, un vero e proprio cult per gli appassionati, e un nuovo filone per l’industria italiana del videogioco.

"Dal 2013 a oggi abbiamo continuato a lavorare con Nintendo e credo che abbiamo imparato gli uni dagli altri - dice Davide Soliani, direttore creativo di Ubisoft Milan - È un rapporto che ho apprezzato molto, abbiamo guadagnato molta fiducia".

"Mario + Rabbids: Sparks of Hope" è un gioco strategico a turni.
In pratica, il combattimento avviene in un'arena con coperture linee di tiro. Ogni turno un personaggio può svolgere determinate azioni con l'obiettivo di eliminare i nemici. 

Sembra solo un gioco, ma si tratta anche e soprattutto di business.
Dove si guadagna in particolare con i videogiochi?
In prima posizione c'è il continente asiatico, che registra il maggior numero di gamer, circa 1,5 miliardi. L’Europa si piazza al secondo posto con 386 milioni di giocatori. Seguono Medio Oriente, Africa, America Latina e Nord America con rispettivamente 377, 266, e 210 milioni (Gaming & Esports' analysis by Cross Border Growth Capital).

Il giro d’affari complessivo legato ai videogiochi in Italia nel 2020 ha registrato una crescita del +21,9 % rispetto all’anno precedente per 2 miliardi e 179 milioni di euro.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La fortuna di chi compra sul mercato dei videogiochi hackerati

Videogiochi online: sempre più bambini nel mirino degli hacker

Microsoft diventa il terzo colosso mondiale dei videogiochi per ricavi