This content is not available in your region

Dopo Porto Rico, l'uragano "Fiona" travolge la Repubblica Dominicana. Atteso ad Haiti e Bahamas

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - The Associated Press
euronews_icons_loading
Temibile uragano "Fiona"
Temibile uragano "Fiona"   -   Diritti d'autore  Stephanie Rojas/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

"Fiona" torna a far paura.

Innalzata di livello, da tempesta ad uragano di categoria 1, "Fiona" si sta abbattendo da lunedì mattina sulla Repubblica Dominicana, arrivando vicino a Boca de Yuma, con venti massimi attorno ai 90 km/h.
Lo conferma il National Hurrican Center americano. 

Domenica, "Fiona" aveva provocato danni catastrofici - inondazioni, smottamenti, case scoperchiate - nel suo passaggio a Porto Rico, come ha sottolineato il Governatore dello stato americano, Pedro Pierluisi.

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha dichiarato lo stato di emergenza. 

Alejandro Granadillo/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Un coraggioso di fronte all'Oceano a San Juan de Puerto Rico. (17.9.2022)Alejandro Granadillo/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Dopo aver causato una vittima aGuadalupa nei giorni scorsi, il passaggio di "Fiona" è previsto per lunedi sera a nord di Haiti e nelle isole Turks e Caicos e per martedi nell'estremità meridionale delle Bahamas.

Domenica notte, "Fiona" era stata segnalata a 85 chilometri a sud-est di Punta Cana, nella Repubblica Dominicana, con venti massimi sostenuti di 140 km/h.
Secondo il National Hurricane Center si stava già spostando a nord-ovest alla velocità di 15 km/h.

A Porto Rico (3 milioni e 200.000 abitanti in totale), oltre al blackout elettrico e agli ingenti danni materiali, non sono stati segnalate vittime, ma le autorità del territorio americano - a cominciare dallo stesso Governatore Pierluisi - hanno affermato che è ancora troppo presto per stimare i danni definitivi.

Stephanie Rojas/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Acqua fino alle ginocchia. (Cayey, Porto Rico, 18.9.2022)Stephanie Rojas/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

"È importante che le persone capiscano che non è finita", ha dichiarato Ernesto Morales, meteorologo del National Weather Service di San Juan, la capitale di Porto Rico, benchè "Fiona" abbia ormai lasciato il territorio americano.

Secondo il meteorologo, le inondazioni hanno raggiunto "livelli storici", con le autorità che hanno evacuato o salvato centinaia di persone in tutta l'isola.

Le piogge torrenziali hanno inondato le strade, le case e, persino, una pista di atterraggio nel sud di Porto Rico.

"Fiona" ha anche letteralmente divelto l'asfalto dalle strade e spazzato via un ponte nella città di montagna di Utuado che, secondo la polizia, era stato costruito dalla Guardia Nazionale dopo che l'uragano "Maria" - tristemente indimenticabile a Porto Rico, 3.000 vittime - ha colpito duramente l'isola nel settembre 2017.

Euronews racconta

Il bilancio dell'uragano "Maria" del settembre 2017.
Servizio di Debora Gandini del 29.8.2018