EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Moqtada al Sadr chiede ai rivoltosi di abbandonare la Zona Verde

Funerali a Baghdad
Funerali a Baghdad Diritti d'autore Anmar Khalil/AP
Diritti d'autore Anmar Khalil/AP
Di euronews e ansa
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Guerriglia urbana a Baghdad mentre il leader sciita iracheno Moqtada al Sadr ha intimato ai suoi seguaci armati di ritirarsi entro un'ora dalle strade dentro e attorno alla Zona Verde

PUBBLICITÀ

Il leader sciita iracheno Moqtada al Sadr ha chiesto pubblicamente scusa "al popolo iracheno" per i sanguinosi scontri a cui da ieri hanno partecipato i suoi seguaci dentro e attorno alla Zona Verde di Baghdad.

In una conferenza stampa trasmessa in tv, Sadr ha detto: "Sono molto rattristato per quello che sta accadendo in Iraq... offro le scuse al popolo iracheno per quello che è successo". La nostra patria è ora prigioniera della corruzione", ha detto Sadr in riferimento ai rappresentanti istituzionali iracheni.

"La rivoluzione non si fa con le armi", ha detto Sadr, condannando l'uso delle armi e ribadendo il fatto che "le proteste devono rimanere pacifiche". Il leader sciita ha anche ringraziato l'esercito e le forze di sicurezza "per essere rimaste neutrali" durante gli scontri tra i sadristi e le milizie filo-iraniane. 

Decine di morti e centinaia di feriti nella sommossa

Fra lunedì e martedì ventitré sostenitori del potente leader sciita sono stati uccisi e circa 380 persone sono rimaste ferite da proiettili e gas lacrimogeni. Le Nazioni Unite parlano di una "escalation molto pericolosa"

Nel frattempo il vicino Iran ha chiuso i suoi confini terrestri. Persone in lutto hanno partecipato a un funerale collettivo per coloro che sono stati uccisi mentre le tensioni aumentano nel pieno di una crisi politica che ha lasciato il paese senza un nuovo governo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq: appello di Al-Sadr, i seguaci si ritirano dalle strade

Proteste e crisi: Iraq senza pace

Baghdad: manifestanti incendiano l'ambasciata svedese