This content is not available in your region

Aiea: "Sopralluogo alla centrale nucleare di Zaporizhzhia da mercoledì a sabato"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
La centrale di Zaporizhzhia
La centrale di Zaporizhzhia   -   Diritti d'autore  AP/Maxar

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha ricevuto la delegazione dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica.
Da parte sua Zelenskyy ha assicurato il supporto al team degli ispettori, chiamato a verificare la sicurezza della centrale nucleare di Zaporizhzhia.

"Ci fidiamo dei vostri esperti - ha detto il presidente ucraino - vorremmo avere non solo controlli, perché i controlli sono tattici e ci sono anche decisioni strategiche da prendere: la centrale nucleare è in territorio ucraino ed è di proprietà ucraina".

Verso Zaporizhzhia

Poco più di 650 chilometri dividono la squadra di tecnici dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) - arrivata a Kiev nelle scorse ore - dalla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia.

La delegazione sarà a Enorgodar, che ospita l'impianto nucleare, da mercoledì a sabato, come confermato dal direttore dell'Aiea, Rafael Grossi.

Nel tweet del direttore dell'Aiea: "Il giorno è arrivato, la missione di supporto e assistenza a #Zaporizhzhya (ISAMZ) è in arrivo. Dobbiamo proteggere la sicurezza del più grande impianto nucleare dell'Ucraina e dell'Europa. Sono orgoglioso di guidare questa missione che sarà a #ZNPP nel corso della settimana".

La missione arriva dopo difficili negoziati ed è ancora esposta al fallimento, nonostante l'apertura di Mosca.

"Il sopralluogo alla centrale nucleare è nell'interesse russo"

"Speriamo che questa missione si svolga come concordato e stipulato . Ripeto ancora una volta: questa missione è nell'interesse della Russia e la stiamo aspettando da molto tempo" ha detto il portavoce di Vladimir Putin, Dmitry Peskov.

La possibilità di una nuova Chernobyl preoccupa l'Unione europea, che ha donato all'Ucraina 5,5 milioni di compresse di iodio anti radiazioni. Ma non è l'unico aiuto offerto da Bruxelles.

"L'Ucraina ha bisogno del nostro sostegno"

"Questo gioco d'azzardo nella centrale nucleare di Zaporizhzhia è qualcosa di molto pericoloso. La situazione sul campo continua ad essere molto critica. L'Ucraina ha bisogno del nostro sostegno e noi continueremo a fornirglielo sia con le capacità militari sia con l'addestramento di alto livello per l'esercito ucraino" ha dichiarato Josep Borrell, Alto rappresentante dell'Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

Gli ispettori dell'Aiea non valuteranno solo i danni all'impianto, ma anche le condizioni del personale ucraino, che da mesi è sotto stretta sorveglianza da parte dei militari russi.

Mosca-Kiev, scambio di accuse

In attesa dell'ispezione, Mosca e Kiev continuano a scambiarsi accuse sugli attacchi intorno al sito nucleare e sulla reale disponibilità a supportare la visita degli ispettori.

Secondo l'Ucraina, "la Russia sta deliberatamente bombardando i corridoi" attraverso i quali la missione dell'Aiea potrebbe raggiungere la centrale nucleare di Zaporizhzhia. L'obiettivo sarebbe quello di consentire il passaggio attraverso la Crimea/Ordlo (i territori occupati dai russi nelle regioni di Luhansk e Donetsk)" ha scritto su Twitter il consigliere della presidenza ucraina, Mykhailo Podolyak.

Kiev ha ribadito di sostenere l'accesso degli ispettori alla centrale "solo in caso di passaggio attraverso il territorio controllato dall'Ucraina, in caso di smilitarizzazione della centrale nucleare e ritiro delle truppe russe".

Secondo il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, ''sarà a missione più difficile nella storia dell'Aiea, date le attività di combattimento intraprese dalla Federazione Russa sul campo e anche il modo palese con cui la Russia sta cercando di legittimare la sua presenza".