This content is not available in your region

Qatar, l'industria della moda emergente nel cuore di Doha

Di Euronews
euronews_icons_loading
Qatar, l'industria della moda emergente nel cuore di Doha
Diritti d'autore  euronews

Dai nuovi talenti della prima scuola di moda del Qatar a un incubatore di design nel cuore di Doha, 'Qatar 365' ha esplorato le collezioni innovative della nuova generazione e ha scoperto come il Paese stia diventando un polo della moda nella regione.

Coltivare gli stilisti in erba

Uno dei centri chiave dell'innovazione è la più antica università di moda e design del Paese, la Virginia Commonwealth School of the Arts. Il programma di moda aiuta gli stilisti in erba dall'ideazione al progetto finale.

Ayatallah Mohamad, laureata in moda, fa parte di un gruppo di stilisti di talento che hanno presentato i loro progetti in una sfilata intitolata “It’s history (non) repeating”. 

Ha spiegato il suo concetto: "Si chiama Ana Ahli u Ahli Ana: in arabo significa 'io sono la mia famiglia e la mia famiglia è me'. Prendiamo lentamente i loro tratti e poi decidiamo cosa tenere e cosa lasciar sfumare. È allora che diventiamo noi stessi".

La collezione di Hira Nisar si chiamava "Swing Motion": "Parla del mio conflitto personale nell'oscillare avanti e indietro tra le mie radici pakistane e la mia vita qui,  a Doha. Ho combinato questo aspetto con tecniche moderne di ricamo e sartoria".

Christopher Fink guida il team di professori, che hanno tutti lavorato per case di moda internazionali: "Vogliamo che i nostri studenti trovino la loro voce interiore e la traducano in una collezione. Il viaggio di uno stilista è davvero quello di essere la voce della propria generazione".

I laureati si preparano ora ad avviare le loro linee proprio qui a Doha.

Un progetto di incubazione della moda

M7 è una serie di studi, spazi di co-working e programmi di incubazione progettati per coltivare nuovi designer emergenti. È un passo fondamentale nell'obiettivo del Qatar di diventare un'economia basata sulla conoscenza. 

La direttrice di M7, Maha Al Sulaiti, ha dichiarato: "Collaboriamo con diverse entità che possono fornire qualcosa di unico all'ecosistema creativo. Una di queste è il Concept Store, Studio Seven. Si tratta di uno spazio unico in Qatar. L'obiettivo è quello di far luce sui designer arabi, condividere la narrazione che sta dietro ai prodotti e far capire alla gente che non si tratta solo di un oggetto. C'è una storia dietro".

Maha afferma che una parte importante di M7 è costituita dagli spazi espositivi e dalle mostre, come la recente Christian Dior Designer of Dreams.
Per il programma Zwara, sette designer locali hanno creato pezzi ispirati a Dior e alla cultura del territorio. 

A Scale 7, i designer ricevono assistenza e consigli commerciali. Ma l'obiettivo generale di M7 è fornire uno spazio che favorisca la collaborazione, l'innovazione e la creatività, sia per i designer affermati che per quelli già affermati.

Euronews
Miranda Atty e la direttrice di M7, Maha Al SulaitiEuronews

Liwan: un hub creativo

Parte di un'iniziativa dei Musei del Qatar, Liwan Design Studios and Labs Internships è un'ex scuola femminile dove gli innovatori della moda si incontrano per creare nuovi ed entusiasmanti progetti. 

Il responsabile della programmazione, Khalid Albaih, dice: "È per chiunque sia interessato al design e all'arte, per essere circondato da creatività e creazione".

Durante il Covid, Isa Ali Aljalahma e suo cugino hanno deciso di trasformare il loro hobby in un'attività commerciale, realizzando prodotti artigianali conciati al vegetale. In loco, il loro laboratorio di pelletteria mira a procurarsi i materiali in modo etico: "Cerchiamo il più possibile di essere il meglio per l'ambiente, il consumatore e i nostri lavoratori", dice.

È un tema comune a Liwan: Roni Hellou, designer e direttore creativo, afferma che il suo marchio di prêt-à-porter consapevole ha sede a Beirut e Doha, e che gli abiti moderni e unisex sottolineano i valori del marchio: sostenibilità, diritti umani e diritti degli animali.

Il graphic designer di TypeAraby, Shima Aeinehdar, ha dichiarato a 'Qatar 365': "Usiamo la serigrafia e la stampa a blocchi per disegnare su magliette e borse. Mi ispiro alle forme della natura, fondendo la tipografia e l'illustrazione araba in modo sperimentale piuttosto che tradizionale".

I creativi affermano che Liwan si sta dimostrando il luogo ideale per la crescita e la collaborazione, aiutando i designer emergenti a trovare ispirazione dall'ambiente circostante e a scambiare conoscenze, indipendentemente dal background o dalla cultura.