This content is not available in your region

L'FBI a casa di Trump in Florida, forse in cerca di documenti riservati

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi  Agenzie:  ANSA
euronews_icons_loading
L'FBI perquisisce la residenze di Trump in Florida
L'FBI perquisisce la residenze di Trump in Florida   -   Diritti d'autore  Terry Renna/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Guai per Donald Trump. Nella notte tra lunedì e martedì l’FBI si è presentata al cancello della residenza di Mar-a-Lago, in Florida, per condurre una perquisizione. 

Lo ha fatto sapere lo stesso ex presidente degli Stati Uniti che, però, si trovava a New York. Secondo Trump, i federali avrebbero sequestrato dei documenti e avrebbero anche controllato la cassaforte. "È una strumentalizzazione della giustizia e un attacco dei democratici di sinistra radicali, che vogliono disperatamente evitare che mi candidi alle elezioni del 2024", ha detto il tycoon.

Documenti "classified" portati via dalla Casa Bianca?

Secondo fonti ben informate, l'operazione avrebbe a che fare con alcuni documenti riservati che l'ex Capo di Stato avrebbe portato con sé al termine del suo mandato. Altri sostengono si tratti invece di un blitz legato alle indagini in corso per l'assalto da Capitol Hill del gennaio 2020. Qualora dovesse emergere che Trump abbia veramente preso dei documenti ufficiali da Washington, potrebbe perfino rischiare il carcere. Secondo la legge statunitense, infatti, coloro che "scientemente e illegalmente nascondono, rimuovono, mutilano, cancellano, falsificano o distruggono» documenti governativi rischiano il carcere fino a tre anni".

L'enorme villa che si trova a Palm Beach è di proprietà di Trump dal 1985 ed è la sua residenza principale. In particolare, dalla fine dell'avventura alla Casa Bianca, passa qui la maggior parte del suo tempo.