This content is not available in your region

Ucraina: la nave carica di cereali partita da Odessa è arrivata sulla costa turca

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
La "Razoni" è la prima nave carica di cereali a lasciare un porto ucraino dall'inizio dell'invasione russa
La "Razoni" è la prima nave carica di cereali a lasciare un porto ucraino dall'inizio dell'invasione russa   -   Diritti d'autore  Credit: AP Photo

La "Razoni", prima nave a trasportare un carico di cereali fuori dall'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa, è arrivata al largo della costa settentrionale di Istanbul. Stando all'Afp il cargo passerà la notte ancorato al largo delle coste turche e secondo quanto riferisce il ministero della Difesa turco domani mattina sarà ispezionato da un squadra di ispettori formata da delegati di Nazioni Unite, Turchia, Ucraina e Russia, i Paesi che il 22 luglio hanno raggiunto un accordo per sbloccare l'esportazione dei cereali fermi nei porti di Kiev da quando è iniziata l'invasione di Mosca il 24 febbraio.

La Razoni era partita lunedì mattina da Odessa, nel sud dell'Ucraina, con 26.000 tonnellate di mais destinate al Libano. Il maltempo nel Mar Nero ha ritardato l'arrivo della nave a Istanbul.

Se non saranno riscontrati problemi durante le ispezioni a Istanbul, la "Razoni" potrà continuerà il suo viaggio, la cui destinazione finale è Tripoli, in Libano. La nave, battente bandiera della Sierra Leone, è stata la prima a lasciare un porto ucraino con un carico di grano dall'inizio dell'invasione russa lo scorso 24 febbraio.

Il ministero della Difesa turco ha confermato inoltre che si continua a lavorare per consentire ad altre navi di esportare grano e prodotti alimentari da tre porti ucraini. Stando al governo ucraino altre quindici navi cariche di grano sono già pronte a partire dai porti ucraini, mentre altre due sono in fase di completamento.

Queste navi sono destinate principalmente al trasporto di colture di cereali (mais, grano, orzo), e successivamente di semi oleosi e prodotti trasformati. Ogni nave può trasportare da 10.000 a 60.000 tonnellate. Stando al ministero della Politica agraria, le navi da carico dovrebbero navigare solo durante le ore diurne. Per ragioni di sicurezza, sono accompagnate da una nave per proteggerle dalle mine. Non ci sono restrizioni sul numero di navi autorizzate a navigare. Ma ci sono richieste presentate e un programma coordinato che deve essere seguito.