This content is not available in your region

Stati Uniti, Pelosi attesa Taiwan, la Cina: "Non staremo a guardare"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Nancy Pelosi
Nancy Pelosi   -   Diritti d'autore  ROSLAN RAHMAN/AFP or licensors

Un botta e risposta duro accompagna l'annuncio - informale - che la presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi farà tappa nelle prossime ore a Taiwan.
Una visita che fa parte del tour asiatico di Pelosi e che si trasforma in uno strappo diplomatico tra Pechino e Washington. 

La Cina - scrive il Wall Street Journal - ha messo in guardia sulle possiili conseguenze.

La presidente è attesa a Taipei martedì sera. Pechino ha rimarcato che l'isola rappresenta una parte inalienabile del territorio cinese.

Una visita sgradita alla Cina

Zhao Lijian, portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha utilizzato parole non concilianti: "Vorremmo ancora una volta avvertire gli Stati Uniti che siamo pienamente preparati e in attesa. La Cina non starà a guardare".

Gli esperti riconoscono che questa visita ha una valenza simbolica importante e prevedono una risposta decisa.

Quali conseguenze

"I cinesi hanno lanciato avvertimenti piuttosto espliciti in privato. Mi aspetto che facciano qualcosa di inedito. Ricordiamo che nel 1996 i cinesi hanno sparato missili intorno a Taiwan, cosa molto pericolosa - commenta Bonnie Glaser, direttrice del Programma Asia del German Marshall Fund - Questa volta credo che faranno qualcosa di ancora più provocatorio. Forse penetrando nello spazio aereo territoriale di Taiwan, che si trova entro le 12 miglia nautiche dall'isola. Una cosa che non è mai stata fatta in passato".

La settimana scorsa Taiwan ha avviato diverse esercitazioni militari all'aeroporto Songshan di Taipei, simulando in particolare attacchi da parte della Cina.

Nancy Pelosi è il più alto rappresentante eletto degli Stati Uniti a visitare Taiwan in oltre 25 anni.