This content is not available in your region

Judo: Ulan Bator Grand Slam, oro per l'israeliana Hershko

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
IJF official site
IJF official site   -   Diritti d'autore  (c) Di Feliciantonio Emanuele

Grand Slam di judo ad Ulan Bator, terza ed ultima giornata nella terra dei grandi guerrieri contrassegnata dagli ultimi cinque ori assegnati ai pesi massimi, con le donne particolarmente brave e spettacolari.

Categoria donne -78 kg: sugli scudi la nipponica Mami UMEKI, campionessa del mondo 2015, oro dopo il successo con tecnica uchi-mata finalizzata all'ippon, ai danni dell'israeliana LANIR.

Per lei si tratta del nono primo posto nel World Judo Tour.

Terzo gradino del podio per la mongola OTGONBAYAR e la tedesca BOEHM.

Consegna le medaglie il membro del parlamento momgolo, Damdin Tsogtbaatar.

"La mia avversaria in finale ha molto slancio in questo momento - dice la vincitrice - ho deciso di puntare sulla presa stretta per poter vincere la gara".

Tra le donne +78 kg, su tutte l'israeliana Raz HERSHKO, la quale sconfigge per ippon la mongola Adiyasuren AMARSAIKHAN, argento.

Terzo gradino del podio per la coreana Hayun KIM e la kazaka BERLIKASH.

Le medaglie sono state assegnate da Badmaanyambuu Bat-Erdene, membro del parlamento mongolo.

"Ogni competizione in cui abbiamo un sacco di folla che urla - afferma la vincitrice - c'è più adrenalina, più divertimento, vuoi combattere di più, è divertente".

Tra gli uomini -90 kg, su tutti Mikhail IGOLNIKOV, che gareggia sotto la bandiera della Federazione e sconfigge nell’atto conclusivo l'uzbeko BOBONOV per waza-ari finalizzato all'ippon.

Bronzo per l’olandese Noel VAN T END ed il kazako Didar KHAMZA.

Categoria uomini -100 kg: a sbaragliare la concorrenza ci pensa il giovane Matvey KANIKOVSKIY, giustiziere in finale (per waza-ari) del lusitano Jorge FONSECA, campione del mondo in carica.

Terza piazza per l’olandese Michel KORREL e l’israeliano Peter PALTCHIK.

Per chiudere, uomini +100 kg: qui vince Inal TASOEV, che sconfigge l'olandese MEYER.

Medaglia di bronzo per il kazako ORAZBAYEV ed il nipponico OGAWA.

La popolarità del judo in Mongolia è cresciuta enormemente, in gran parte grazie ai recenti successi, e i giovani pesi massimi erano qui per dimostrare che il futuro continuerà ad essere luminoso.

Grazie, Ulan Bator, per aver ospitato un grande evento e arrivederci al prossimo anno!