This content is not available in your region

Belgio, 20 anni dopo la legalizzazione dell'eutanasia

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini  Agenzie:  ANSA
euronews_icons_loading
Strumenti per i l suicidio assistito
Strumenti per i l suicidio assistito   -   Diritti d'autore  AFP

Sono passati 20 anni da quando il Belgio legalizzò l’eutanasia, diventando uno dei primi paesi al mondo a rendere legale la dolce morte. La pratica ormai ha il consenso di gran parte della popolazione e del mondo scientifico.

Marc Decroly, 58 anni, è un medico di base che ha accompagnato centinaia di pazienti a porre fine alla propria vita con dignità, dice e senza più sofferenze. Anche se non tutti la pensano allo stesso modo. "Alcuni illustri esponenti, come quelli delle università cattoliche, hanno espresso l'idea che un diritto può essere umanistico anche se va contro alcune regole della Chiesa. Regole che forse non corrispondono più completa-mente alla società odierna".

Per l’eutanasia esiste un kit particolare, composto da un catetere intravenoso flessibile, un modello che permette di portare nel sangue la soluzione Baxter. “Tra i prodotti classici che sono un ipnotico potente, ora ce ne sono due, tra cui il Midazolam e il Thiopental, ed eventualmente un antidolorifico”, ha spiegato in un’intervista a France Presse il Dottor Decroly.

Una soluzione quella del fine vita non semplice da prendere, come racconta la fotografa Catherine Rombouts. Nella sua casa tiene una foto-ricordo di sua madre che lei stessa ha scattato poche ore prima dell'eutanasia: 

"Quello che è commuovente e ciò che mi commuove, è l’immagine che posso conservare di mamma, è un’immagine molto bella che avrò sempre con come. E’ un’immagine di una donna combattiva, che va verso il suo destino. Non è una vittima. Siamo dalla parte del giusto. Tutto legale e vorrei che ora anche altri paesi seguissero l'esempio del Belgio", ha concluso la Rombouts.

L'eutanasia nei paesi dell'Unione europea

A partire dal 2002 l'eutanasia è legale in Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo. Nel 2021 la Spagna è diventata il quarto Paese in Europa a depenalizzarla mentre la Svizzera prevede sia l'eutanasia attiva indiretta che quella passiva. Proprio nella Confederazione Elvetica nel 2017 Marco Cappato accompagnò nel Fabiano Antoniani, conosciuto anche come dj Fabo a morire

La Francia ha introdotto con la legge 2005 che autorizza i medici a somministrare cure palliative per allievare il dolore. Attualmente l'eutanasia è ancora illegale in Italia. Grazie alla sentenza della Corte costituzionale, è invece possibile richiedere il suicidio medicalmente assistito, ossia l'aiuto indiretto a morire da parte di un medico. Nel 2021 l’**Associazione Luca Coscioni** ha indetto una raccolta firme per il referendum eutanasia che ha raccolto più di 1,2 milioni di adesioni.