This content is not available in your region

“Total assassina”, la protesta all'assemblea degli azionisti di Parigi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
I manifestanti hanno intonato slogan contro la Total
I manifestanti hanno intonato slogan contro la Total   -   Diritti d'autore  Nicolas Garriga/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Centinaia di manifestanti hanno interrotto un'assemblea degli azionisti di TotalEnergies oggi a Parigi, contestando le attività dell'azienda petrolifera in Russia che proseguono nonostante l'invasione dell'Ucraina.

Le richieste dei manifestanti

"Chiediamo a Total di fermare l'espansione proprio come ha detto di fare il Panel di esperti sul cambiamento climatico dell' Onu e le chiediamo anche di lasciare la Russia. Devono abbandonare i propri profitti e unirsi allo sforzo globale", dice una delle partecipanti all'azione.

I partecipanti all'azione erano soprattutto membri di Greenpeace, Amici della Terra, e altre associazioni ambientaliste, da sempre molto critiche con il colosso francese dell'energia. 

Tra le iniziative criticate figura pure il progetto di un grande oleodotto nell 'Africa orientale, l’East African crude oil pipeline, che si snoderà dalle sponde del Lago Alberto in Uganda, fino alle coste della Tanzania. Per gli attivisti climatici questo si tratta di una vera e propria "bomba climatica". 

“Total assassina” è stato infatti lo slogan più ripetuto dagli attivsiti, che hanno gridato all'azienda di ”scegliere fra i carburanti fossili e il nostro futuro”.

Alcuni di loro sono stati psuccessivamentespostati di forza dall'ingresso da parte degli agenti di polizia. L'assemblea ha poi preso il via, pur con un numero ridotto di partecipanti, come racconta il portale Les Echos. Anche numerosi azionisti, riportano i media francesi, sarebbero contrari alla strategia ambientale dell'azienda, che non ha adeguato il proprio business alle raccomandazioni degli esperti climatici.