This content is not available in your region

Franco Battiato: il suo "centro di gravità permanente", un anno dopo

Access to the comments Commenti
Di Redazione italiana di Euronews
euronews_icons_loading
Franco Battiati nella sua "Villa Grazia".
Franco Battiati nella sua "Villa Grazia".   -   Diritti d'autore  Comitato "Milo Battiato"

Il Maestro ci ha lasciati un anno fa, esattamente il 18 maggio. 

Un anno senza Franco Battiato. 
Aveva 76 anni.

Il suo testamento musicale resta quella dei tanto capolavori composti e cantati, con la sua voce inconfondibile.

"Milo, centro di gravità permanente"

"Franco Battiato aveva scelto Praino, borgo ai piedi dell'Etna, e Villa Grazia, ritrovo di artisti e amici, come centro di gravità permanente della sua vita": a ricordarlo con queste parole è il sindaco di Milo (Catania), Alfio Cosentino, in una testimonianza alla videorubrica 'Accaddein Città' sul sito dell'Anci, a un anno dalla scomparsa del maestro che ha rivoluzionato la musica italiana.

"Battiato aveva un profondo legame con la sua terra e, lasciata Milano, si era stabilito a Milo", prosegue il sindaco. 
"Da poco si è aperta una Campagna di crowdfunding, una raccolta fondi promossa dalla Pro Loco del Comune di Milo per sostenere il progetto "Milo Battiato Dalla" per la realizzazione di una statua in bronzo a grandezza naturale. Fino al 22 maggio - conclude Cosentino - nel territorio del nostro Comune è in programma un seminario come omaggio ad un artista che, per sentire il suono del mondo, sapeva ascoltare il silenzio attraverso momenti di raccoglimento e meditazione in diversi linguaggi religiosi e spirituali".