This content is not available in your region

Scomparso Antonio Molinari, il re della Sambuca, oggi i funerali

Access to the comments Commenti
Di Samuele Damilano
Marchio Molinari
Marchio Molinari   -   Diritti d'autore  Open food facts

Sambuca, in Italia, è sinonimo di Molinari. Una storia gloriosa, che oggi però vive un capitolo triste, con la scomparsa dell'ultimo esponente del ceppo originario dell'azienda di cui oggi si celebrano i funerali a Civitavecchia: Antonio Molinari. E' morto lo scorso sabato, 23 aprile, a 81 anni. Il "re della Sambuca" ha reso celebre in tutto il mondo il marchio simbolo della "dolce vita" italiana di Fellini negli anni '60.

Ad annunciare la scomparsa sono stati ieri la moglie Daniela e i figli in una nota: «Uomo brillante e lungimirante imprenditore, ha dedicato la sua vita all’azienda e alla famiglia. Fin da giovane in azienda insieme al padre Angelo e ai fratelli Mafalda e Marcello, ne ha preso poi le redini portandola, con passione e dedizione, grazie al suo forte intuito imprenditoriale ed alla sua visione innovativa e fuori dagli schemi, al successo di oggi e lanciandola a livello internazionale».

Il segreto della Sambuca, una storia di famiglia tra Civitavecchia e Colfelice

L'azienda era stata fondata a Civitavecchia nel 1945 dal padre Angelo, che aveva appreso in Africa le tecniche di produzione del liquore. A cui aggiunse però un tocco personale: un tipo di anice "pregiato", che gli permise di aggiungere l'aggettivo "extra" e di differenziarsi dagli altri marchi. La ricetta è del resto sempre rimasta segreta.

La Molinari diventa presto famosa in tutto il mondo, grazie anche a sponsorizzazioni e pubblicità che coinvolgono personaggi del calibro di Carlo Giuffré, la top model Veruska, Adriano Panatta, Paolo Stoppa, Walter Chiari e Sidney Rome.

Il merito di Antonio, che entra nell'azienda di famiglia nel 1967 insieme ai fratelli Angelo e Mafalda, entrambi scomparsi, è quello di promuovere la Sambuca Molinari nei mercati internazionali. Facendone un vero e proprio simbolo italiano. Nel 1974 viene aperto lo stabilimento "Sambuca sud Spa" a Colfelice (Frosinone), dove Antonio riceverà nel 2012 la cittadinanza onoraria. Lo stabilimento nel 1975 era in grado di produrre fino a 60.000 bottiglie al giorno.

I comuni di Civitavecchia e Frosinone si stringono nel dolore attorno la famiglia: "Non è un bel giorno per Civitavecchia", ha scritto il sindaco Ernesto Tedesco. "Ci ha lasciati Antonio Molinari, capace di trasmettere una grande passione e la professionalità adatta per sostenerla ai massimi livelli mondiali, ai suoi splendidi figli, cui va il mio abbraccio".

L'azienda verrà ereditata dai figli, Angelo, Inge e Mario.