Turchia, centinaia di mine ucraine trasportate dal mare in tempesta

Screengrab
Screengrab Diritti d'autore from AFP video
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La guerra ha lasciato semiparalizzato anche il porto di pesca di Rumelifeneri, nel Mar Nero

PUBBLICITÀ

La guerra in Ucraina ha lasciato semiparalizzato il porto di pesca di Rumelifeneri, in Turchia.

Centinaia di mine ucraine, presumibilmente trasportate dal mare in tempesta, galleggiano nelle acque del Mar Nero e minacciano le navi in tutta la regione.

La paura tiene ancorati in porto centinaia di pescherecci.

"Abbiamo visto un oggetto nero nei paraggi - dice un pescatore - prima ne abbiamo discusso tra di noi, ci siamo chiesti cosa potesse essere, ci sono barche in mare qui, anche 24 ore al giorno, soprattutto perché è la stagione dei rombi, ci sono barche di 9-10 metri che vanno in mare.

Francisco Seco/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoFrancisco Seco/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Così tra di noi abbiamo iniziato a cercare, poi abbiamo avvisato la guardia costiera, sono arrivati in mezz'ora e hanno confermato che era una mina".

I giorni passano e la minaccia persiste: le navi dell'Esercito turco pattugliano la zona alla ricerca delle mine.

Anche diversi Paesi costieri, come la Romania, hanno provveduto a disattivare alcune di queste armi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Turchia: omicidio Khashoggi, processo trasferito in Arabia Saudita

Il settore della pesca ha bisogno di "diversità e cambiamenti" in Europa

Turchia, attacco terroristico al tribunale di Istanbul: tre morti e sei feriti