This content is not available in your region

Judo: Georgia regina in medagliere al Grand Slam di Antalya

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Il podio della categoria uomini -90kg
Il podio della categoria uomini -90kg   -   Diritti d'autore  International Judo Federation

L'ultima giornata del Grande Slam di Antalya è giunta a una conclusione culminante, con lo stadio pieno di entusiasti fan del Judo pronti per un altro giorno di azione. Fra gli uomini -90 kg, il cubano argento mondiale Ivan Felipe Silva Morales ha avuto la meglio sul giovane georgiano Luka Maisuradze in un incontro molto serrato che gli è valso la sua prima medaglia d'oro in un Grand Slam.

A rimettergli la medaglia il vicepresidente della Federazione internazionale di Judo e presidente dell'Unione africana del judo, Siteny Randrianasoloniaiko.

"Credo che sia stato un buon giorno per me - il commento a caldo di Ivan Felipe Silva Morales -. Ieri mi sono allenato bene. La mia testa era concentrata sulla competizione e ho avuto anche un po' di fortuna". 

Dopo una gara incredibilmente dura, in una finale delle donne fino -78kg che è durata oltre 10 minuti, la campionessa del mondo Anna Maria Wagner ha dato tutto per riuscire in un capolavoro degno di di Ura Nage, ma nel rispetto dei veri valori di judo, e ha condiviso un momento di amicizia con la sua avversaria Steenhuis. 

Ha ricevuto la sua medaglia dal tesoriere generale della Federazione internazionale di Judo, Naser Al Tamemi. 

"Sono così contenta e così orgogliosa di me - il commento di Anna Maria Wagner -. È stato un bellissimo Ippon, credo".

La finale uomini -100kg è stata una battaglia che tutti aspettavano: due campioni del mondo che si affrontano per una medaglia d'oro. Ma è stato il campione del mondo in carica Jorge Fonseca a dimostrare che questa è ancora la sua categoria e, ancora una volta, una grande dimostrazione di sportività e rispetto alla fine della loro gara. 

A rimettergli la medaglia, il direttore degli eventi della Federazione Internazionale di Judo, Lisa Allan. 

Fra le donne +78kgla francese Fontaine ha tenuto sotto controllo l'israeliana Hershko per la medaglia d'oro.Le medaglie sono state assegnate dall'Arbitro capo della Federazione internazionale di Judo, Florin Daniel Lascau. 

Il georgiano Guram Tushishvili ha conquistato il suo quarto titolo del Grand Slam nella categoria +100kg. Un'incredibile perseveranza la sua. Dopo essere andato un punto indietro, l'ex campione del mondo ha mostrato la sua determinazione. 

A rimettere le medaglie il direttore capo degli arbitri della Federazione internazionale di Judo, Armen Bagdasarov. 

Antalya ha visto di nuovo in campo la squadra turca. Un misto di giovani e di atleti esperti, in fase di rodaggio come squadra: la loro unità è stata però chiara fin dall'inizio. A dimostrazione di come la popolarità del judo stia crescendo rapidamente in Turchia. Per quest'anno La bellissima città di Antalya dice addio al Judo . Ma l'intera famiglia del Judo non vede l'ora di tornare ad Antalya nel 2023. 

L'Italia rallenta sul finale al Grand Slam di judo di Antalya, in Turchia. I colori azzurri si fermano al bronzo di Odette Giuffrida in apertura e all'argento strappato sabato da Manuel Lombardo. A guidare il medagliere la Georgia, con due ori e due argenti, seguita dalla Francia, che ha portato a casa quattro bronzi, ma ha conquistato un argento in meno.

A rilanciare gli atleti transalpini, nella giornata conclusiva della competizione, il ritorno di prepotenza nella categoria donne +78kg. Sbarazzatasi della connazionale Julia Tolofua, che ha così dovuto accontentarsi del bronzo, a imporsi è stata la campionessa francese classe 2000 Lea Fontaine, che in finale si è sbarazzata dell'israeliana Raz Hershko. Sul terzo gradino del podio anche l'olandese Marit Kamps. 

International Judo Federation
La francese Lea Fontaine si impone fra le donne +78kgInternational Judo Federation

Sorpresa fra i big: cadono Krisztian Toth e Madeleine Malonga

Sorpresa, la parola d'ordine nella categoria uomini -90kg e in quella donne -78kg. Nella prima, il numero uno mondiale, l'ungherese Krisztian Toth è caduto a sorpresa per mano del cubano Ivan Felipe Silva Morales, che si è poi imposto in finale contro il georgiano Luka Maisuradze. Sul terzo gradino del podio, insieme proprio a Toth, il brasiliano Rafael Macedo.

Inattesa, poi, tra le donne fino ai 78 kg, l'uscita di scena in semifinale della francese campionessa del mondo lo scorso anno e poi argento a Tokyo, Madeleine Malonga. Ad avere la meglio su di lei, l'olandese Guusje Steenhuis, che in finale ha poi però dovuto inchinarsi alla tedesca Anna-Maria Wagner. Sul terzo gradino del podio di nuovo i Paesi Bassi, con Natascha Ausma, e ancora la Francia, con Audrey Tcheumeo. 

Conferme da Georgia e Portogallo: Tushishvili e Fonseca imbattibili

Non si smentisce, fra gli uomini +100kg, il georgiano Guram Tushishvili. Dopo un inizio di competizione un po' nervoso, l'ex campione del mondo e due volte argento olimpico ha ritrovato il suo judo di sempre, arrivando a imporsi in finale sull'uzbeko Alisher Yusupov. Appena dietro, sul terzo gradino del podio, il tajiko Temur Rakhimov e il cubano Andy Granda. 

Conclude il tabellone della giornata conclusiva di questo Grand Slam, la conferma del portoghese Jorge Fonseca nella categoria uomini -100kg. Il due volte campione del mondo ha giocato di abilità in finale, riuscendo a costringere a penalità poi fatali, lo spagnolo Nikoloz Sherazadishvili. Dietro di loro, sul terzo gradino del podio, il serbo Aleksandar Kukolj e l'azero Elmar Gasimov.

International Judo Federation
Un momento della finale tra il portoghese Jorge Fonseca e lo spagnolo Nikoloz SherazadishviliInternational Judo Federation