This content is not available in your region

I russi sono a 25 km dal centro di Kiev, la Bielorussia si chiama fuori (per ora) dal conflitto

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World - Ansa - AP - AFP - Agenzie internazionali
euronews_icons_loading
Attacco alla base di Vasylkiv, sud-ovest di Kiev. (12.3.2022)
Attacco alla base di Vasylkiv, sud-ovest di Kiev. (12.3.2022)   -   Diritti d'autore  Felipe Dana/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Diciassettesimo giorno di guerra tra Russia e Ucraina.

Bombardamenti russi venerdì sera, stanotte e alle prime luci del sabato mattina: sentite esplosioni a Kiev, Dnipro, Lutsk, Ivano-Frankivsk (vicino al confine con la Romania), Vinnytsia, Kropyvnytskyi e in altre città più piccole.

Colpiti edifici residenziali e un ospedale oncologico a Mykolaiv - nel sud dell'Ucraina, non lontano da Odessa - anche se, fortunatamente, nessuno tra le centinaia di pazienti è rimasto ucciso nell'attacco.

Onu, il bilancio dopo 17 giorni di guerra

Secondo le Nazioni Unite, dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina a oggi sono morti 579 civili, fra cui 42 bambini, e altri 1.002 sono rimasti feriti.
L'Onu spiega che "la maggior parte delle vittime civili è stata colpita da  bombe dell'artiglieria pesante, i lanciarazzi multipli e i missili lanciati da aerei".

I negoziati mentre la guerra imperversa

I negoziati tra le delegazioni russa e ucraina, che sinora si sono svolti in tre round sul territorio bielorusso, continuano in vdeoconferenza. A renderlo noto è il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. 

La diplomazia è ancora in alto mare ma le dichiarazioni del presidente ucraino aprono uno spiraglio: "L'approccio di Mosca è diverso - ha detto Zelenskyy in una conferenza stampa a Kiev- prima la Russia non faceva che porre degli ultimatum, ora si è cominciato a parlare".

L'agonia di Mariupol

E Mariupol, sotto assedio da dieci giorni, è ormai allo stremo, una lenta agonia, senza più elettricità, nè scorte di cibo, acqua e farmaci.
Secondo Medici senza Frontiere si tratta di un "assedio medievale, si va verso una tragedia inimmaginabile. Ci sono morti per le strade".

Un nuovo tentativo è in corso per portare aiuti umanitari a Mariupol e far evacuare migliaia di civili. Oggi, il consiglio comunale della città ha annunciato che è stato aperto un corridoio "verde" e un convoglio umanitario è partito da Zaporizhzhia per Mariupol con un carico di 90 tonnellate di cibo e medicine.

Sotto assedio anche altre città: Sumy, Kharkiv e Chernihiv.

AP Photo
La mappa dell'avanzata russa in Ucraina.AP Photo

Due ore di allarme aereo a Leopoli, finora città sicura

Le sirene sono risuonate più volte durante la notte in molte città dell'Ucraina.
È cessato dopo due ore l'allarme aereo di stamattina a Leopoli, la città nell'ovest dell'Ucraina, finora considerata relativamente sicura, punto di approdo e poi di partenza di decine e decine di migliaia di rifugiati. La città è stata svegliata dalle sirene d'allarme prima dell'alba, attorno alle 5.30. L'allarme è cessato alle 7.35 circa.
È la prima volta dall'inizio della guerra in Ucraina che l'allarme a Leopoli dura così a lungo.

Intelligence britannica: russi a 25 km dal centro di Kiev

Nel frattempo, le immagini satellitari mostrano che le truppe russe si stanno avvicinando a Kiev, per l'assalto finale.
Secondo l'intelligence britannica, il convoglio di carri armati russi è a 25 chilometri dal centro di Kiev.
Per il ministero della Difesa britannico, "i componenti della lunga colonna a nord della capitale si sono sparsi nei dintorni e questo potrebbe significare il tentativo russo di accerchiare la città". "Potrebbe anche essere - prosegue il report - un tentativo di ridurre la vulnerabilità di fronte ai contrattacchi ucraini, che hanno provocato numerose perdite nelle forze russe".

Distrutta base aerea ucraina a Vasylkiv e centro di intelligence a Brovary

Una base aerea nei pressi di Vasylkiv, nella provincia di Kiev, è stata colpita e distrutta dagli attacchi missilistici russi.
Lo afferma la sindaca della città, Nataliia Balasynovych, citata dal quotidiano "Kyiv Indipendent".
Secondo la denuncia della sindaca, il raid avrebbe colpito anche un deposito di munizioni.

Distrutto anche il principale centro ucraino di intelligence radio ed elettronica fuori Kiev, a Brovary, a 20 km dalla capitale.

Vadim Ghirda/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Fumo nero dopo il bombardamento a Vasylkiv. (12.3.2022)Vadim Ghirda/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Zelenskyy ringrazia la Polonia e attacca la Russia

II presidente ucraino Zelenskyy ringrazia la Polonia, il Paese che più di tutti vorrebbe aiutarlo, anche militarmente.
"Stiamo combattendo insieme. Abbiamo la forza per farlo. Ricordate, insieme siamo 90 milioni! Insieme possiamo fare qualsiasi cosa, è una missione storica per la Polonia e una missione storica per l'Ucraina: saremo i leader che insieme tireranno l'Europa fuori da questo abisso", ha dichiarato Zelenskyy.

"Possiamo dire che questo è il più grande colpo inferto all'esercito russo da decenni.
Volodymyr Zelenskyy
43 anni, presidente dell'Ucraina

Poi, con piglio aggressivo:
"Le nostre forze armate stanno facendo di tutto per privare il nemico di qualsiasi desiderio di continuare la guerra contro l'Ucraina. Le perdite delle forze russe sono enormi. La quantita delle perdite degli occupanti nel 17° giorno è tale che possiamo dire che questo è il più grande colpo inferto all'esercito russo da decenni. Da nessuna parte hanno perso più uomini e mezzi che in questi giorni. Dall'inizio dell'invasione, il 31° gruppo tattico del battaglione nemico è completamente annientato. L'esercito russo si arrende non un soldato alla volta, ma interi battaglioni"

AP/AP
Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy.AP/AP

Putin prova a convincere Lukashenko: per ora Minsk dice "No"

Zelenskyy teme che anche la Bielorussia possa invadere l'Ucraina, già questo sabato, dopo l'incontro avvenuto venerdì tra Putin e Lukashenko.
L'Ucraina ha accusato la Russia di aver sparato su un insediamento bielorusso vicino al confine, spacciandolo per attacco proveniente dallo spazio aereo ucraino (questa la versione di Kiev), nel tentativo di trascinare la Bielorussia nella guerra.

La risposta di Minsk?
"La Bielorussia sta mandando cinque battaglioni tattici militari ai propri confini per una rotazione con le truppe già presenti, ma non ha in programma di unirsi alla Russia nell'invasione dell'Ucraina". Lo ha detto un alto ufficiale bielorusso, secondo quanto riportano i media internazionali.
"Voglio sottolineare che il trasferimento di truppe non è in alcun modo collegato ad alcuna preparazione, e specialmente non con la partecipazione dei soldati bielorussi nell'operazione militare speciale in territorio ucraino", ha dichiarato il capo di stato maggiore di Minsk, Viktor Gulevich.

In seguito, Putin ha avuto una conversazione telefonica, l'ennesima, con il presidente francese Emmanuel Macron e il Cancelliere tedesco Olaf Scholz.
Pare, senza esito.

Scambio d'accuse

Scambio d'accuse sui corridoi umanitari: per Zelenskyy è la Russia che non li rispetta, per il Comitato russo di Difesa la colpa è dell'Ucraina e accusa Kiev di voler organizzare attacchi terroristici ad aerei civili russi.

Al Consiglio di Sicurezza dell'Onu, intanto, l'ambasciatore russo Vasily Nebenzya ha invocato lo spettro di una "diffusione incontrollata di agenti biologici dall'Ucraina" in Europa, ma - secondo gli Stati Uniti - è proprio la Russia che potrebbe utilizzare armi chimiche, usando i presunti laboratori biologici ucraini come pretesto.$

Esercitazioni Nato

A partire da lunedì 14 marzo, la Nato svolgerà una grande esercitazione in Norvegia, denominata "Cold Response 2022", con 30.000 uomini, 200 aerei e 50 navi.

Vadim Ghirda/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Fumo nero sullo sfondo del cimitero di Vasylkiv, sud-ovest di Kiev. (12.3.2022)Vadim Ghirda/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Bennett consiglia di Zelenskyy di arrendersi

Secondo il quotidiano "Jerusalem Post", il primo ministro israeliano Naftali Bennett ha consigliato a Zelenskyy di accettare la proposta di Putin di arrendersi e avviare, al più presto, trattative di pace. Il presidente ucraino avrebbe però rifiutato, in quanto la proposta includeva molti sacrifici per il suo popolo.

Sanzioni americane per Abramovich e altri oligarchi

Dopo il Regno Unito, anche gli Stati Uniti "mettono il lucchetto" alle attività del magnate Roman Abramovich, celebre proprietario del Chelsea, già sanzionato per i suoi stretti rapporti con Putin. Ora, gli Usa hanno bloccato tutti i suoi investimenti in hedge fund.

Il Dipartimento di Stato americano ha annunciato anche ulteriori misure contro i membri del consiglio di amministrazione di Novikombank e ABR Management. Nel mirino sono finiti Yuri Kovalchuk, Kirill Kovaluch, Dmitri Lebedev e Vladimir Knyagin di ABR Management. I quattro componenti del cda di Novikombank colpiti sono la presidente Elena Georgieva, German Belous, Andrey Sapelin e Dmitri Vavulin.

Intanto, è stata bloccata a Trieste l'imbarcazione "Sy A" del valore di circa 530 milioni di euro, riconducibile all'oligarca russo Andrey Igorevich Melichenko.

Lo stesso presidente americano Joe Biden ha appena annunciato una ulteriore stretta sulle importazioni dalla Russia: in questo caso, vietate le importazioni di alcolici, pesce e diamanti. Niente vodka e caviale, quindi, due dei grandi prodotti "made in Russia".

Chernobyl da riparare

Intanto, le autorità ucraine hanno comunicato all'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica di aver cominciato i lavori di riparazione dei danni subiti dalle linee elettriche della centrale nucleare di Chernobyl.