This content is not available in your region

Presidenziali francesi: Marine Le Pen e i soldi del sovranismo ungherese

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Presidenziali francesi: Marine Le Pen e i soldi del sovranismo ungherese
Diritti d'autore  Laurent Cipriani/

Prima i russi, poi gli ungheresi.
Dopo il prestito russo di 9 milioni di euro per la campagna elettorale del 2017, Marine Le Pen, leader del Rassemblement national (Rn), incassa dunque il denaro della banca MKB di proprietà del plutocrate ungherese, amico del premier Viktor Orbán, Lőrinc Mészáros. 

L'esponente del sovranismo francese avrebbe ottenuto le risorse che le permettono di finanziare la campagna per le presidenziali. 

Sulla possibile mediazione di Orbán, lo staff di Le Pen non ha commentato. Ma il recente incontro della candidata con il collega sovranista dell'est, avvenuto a ottobre, potrebbe essere stato determinante per l'ottenimento del prestito. 

Nel dicembre scorso il tesoriere del partito di Le Pen dichiarava di aver bussato e aver trovato le porte sbarrate nei principali istituti finanziari francesi.
Il passo successivo sarebbe stato quello di richiedere i finanziamenti alle banche europee. 

L'Ungheria ha risposto con 10,6 milioni di euro.