EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Maduro appoggia Putin e condanna l'Occidente: "Le sanzioni sono un crimine contro il popolo russo"

Il presidente venezuelano Maduro esulta dopo aver firmato accordi economici con la Russia. (17.2.2022)
Il presidente venezuelano Maduro esulta dopo aver firmato accordi economici con la Russia. (17.2.2022) Diritti d'autore Matias Delacroix/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Matias Delacroix/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews España - Edizione italiana: Cristiano Tassinari
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, conferma il suo sostegno a Putin e alla Russia e condanna le sanzioni economiche dell'Occidente. Il Venezuela si conferma un alleato fidato per Mosca, fin dai tempi di Hugo Chávez

Appoggio a distanza

PUBBLICITÀ

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro (59 anni) alza la voce a favore di Putin e della Russia.

Benchè il Venezuela, da gennaio, abbia perso il diritto di voto in seno all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a causa dei debiti accumulati con l'Onu, Maduro non ha perso l'occasione di difendere la Russia, dopo l'ultima risoluzione Onu contro l'invasione russa in Ucraina.

Il presidente venezuelano si è scagliato contro le sanzioni imposte dall'Occidente:
"È un crimine quello che stanno facendo contro il popolo russo, una guerra economica!
Ora che l'Occidente è andato in isteria, disperazione e follia contro la Russia, noi manterremo le nostre relazioni commerciali con la Russia e siamo pronti a vendere loro tutto ciò che possiamo".

Il tweet di Maduro, con il quale auspica il successo dei negoziati di pace e appoggia la Russia.

Il precedente di Chávez

Mosca è stato un alleato chiave del Venezuela fin dai tempi dell'ex presidente Hugo Chávez e l'alleanza continua anche con Maduro.

Chávez (presidente della Repubblica venezuelana dal 1999 al 2013) ha sostenuto la Russia durante la guerra-lampo dell'agosto 2008 con la Georgia, per il controllo dell'Ossezia del Sud.

Dopo quel conflitto, Mosca ha riconosciuto l'indipendenza dell'Ossezia del Sud e dell'Abkhazia, un'altra regione separatista georgiana filo-russa.

Ariana Cubillos/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Una foto di Hugo Chávez, in una manifestazione a Caracas, il 4 febbraio 2022.Ariana Cubillos/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela al voto senza il boicottaggio dell'opposizione

Venezuela: "Le sanzioni Usa sono un crimine contro l'umanità"

Guerra in Ucraina: Putin avverte la Germania su armi fornite a Kiev, "passo pericoloso" per la Nato