This content is not available in your region

Estratto il piccolo Rayan: non ce l'ha fatta dopo cinque giorni in un pozzo

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
frame
frame   -   Diritti d'autore  frame

Prima la speranza, poi la disillusione: il piccolo Rayan non ce l'ha fatta

Il piccolo Ryan non ce l'ha fatta. Dopo essere rimasto per cinque giorni intrappolato a 32 metri sotto terra, è stato estratto dai soccorritori. Appena tornato in superficie è stato condotto in una struttura sanitaria mobile per le prime cure. Pochi minuti dopo la tv nazionale annunciava che il piccolo non ce l'ha fatta. La casa reale marocchina ha subito fatto sapere che Re Mohammed IV ha contattato i genitori del piccolo per far loro parte delle sue condoglianze.

Per raggiungere il bambino è stato necessario scavare verticalmente un pozzo parallelo a quello originario, e una volta giunti alla quota giusta, effettuare uno scavo orizzontale. 

Cinque giorni in un pozzo a 32 metri di profondità

L'incidente è accaduto lunedi scorso, davanti alla casa della famiglia di Rayan, nel villaggio di Tamrout, nel nord del Marocco. Il piccolo stava giocando quando è scivolato nella voragine. "L'ho perso di vista solo un istante", ha poi detto il padre di Rayan.

Le operazioni di salvataggio si sono subito rivelate complessi a causa del suolo sabbioso. Fin dalle prime ore i soccorritori mettevano in guardia dal rischio di frane e smottamenti, che nella serata di venerdì hanno poi costretto a una momentanea sospensione delle ricerche.

Con l'arrivo dei soccorritori e dei media la zona dell'incidente si è trasformata in un campo di battaglia, dando vita a un dramma collettivo che in Italia ricorda quello della triste morte di Alfredino Rampi, inghiottito da un pozzo a Vermicino nel 1981, quando aveva dieci anni. Una vicenda che purtroppo ha avuto la stessa tragica sorte.

Il cordoglio sui social di tutto il mondo

Rimbalzati sui social con l'hashtag #Rayan, messaggi di cordoglio alla famiglia sono arrivati da ogni angolo del pianeta. 

Fra i tanti messaggi, che circolano in tutte le lingue, un disegno che raffigura il piccolo Rayan aggrappato a un palloncino su cui è raffigurata la bandiera del Marocco, che lo porta in cielo.