This content is not available in your region

Le "primarie popolari" della sinistra francese

Access to the comments Commenti
Di Julien Pavy
euronews_icons_loading
frame
frame   -   Diritti d'autore  euronews

La Francia si avvia alle elezioni presidenziali, e a sinistra si celebrano le primarie popolari, per le quali si è cominciato a votare questo giovedi. L'iniziativa, autogestita, mira a scegliere un candidato comune nella corsa per l'Eliseo che è in calendario per il prossimo mese di aprile 2022. La consultazione nasce dal basso, dal lavoro di un gruppo di attivisti che cercano di rilanciare valori come "l'ecologia, la giustizia sociale, la democrazia vera" in uno scenario politico che vede le forze di sinistra procedere in ordine sparso, senza riuscire a invertire una tendenza che appare favorevole alle destre

A contendersi la nomination una rosa di sette candidabili, alcuni dei quali hanno sconfessato l'iniziativa annunciando di non riconoscerne in nessun caso i risultati. Il leader di France Insoumise, Jean Luc Mélenchon ha parlato di farsa, Anne Hidalgo, sindaca socialista di Parigi ha definito l'iniziativa piuttosto simpatica, ma ha negato di volervi predere parte. Anche il segretario dei Verdi Yannick Jadot si è detto perplesso. Tra i candidabili di un certo peso solo Christiane Toubira, ex ministra della Giustizia con la presidenza di Francois Hollande, ha accettato di essere rappresentata in queste primarie.

Gli altri tre candidati che hanno accettato di correre sono il deputato europeo Pierre Larroutorou, e due donne, espressione della società civile, Charlotte Marchandise e Anna Agueb-Porterie. Possono votare gli elettori francesi con più di sedici anni e si puo farlo su Internet da giovedi mattina a domenica pomeriggio, a condizio e di essersi preventivamente registrati on line.

Chi volesse votare ma non si è registrano non potrâ più farlo, dato che le registrazioni si sono chiuse domenica scorsa. In totale sono più di 470.000 gli iscritti a queste primarie popolari. Il voto si esprime raggiungendo la piattaforma e indicando i candidati che possano avere la capacità di vincere le elezioni presidenziali sulla base dell'ecologia e della giustizia sociale. SI puo scegliere su una scala che va da molto buono a insufficiente. La consultazione sarà a un solo turno e a maggioranza semplice. Il nome del vincitore sarà reso noto nel tardo pomeriggio di domenica.