This content is not available in your region

Crisi Ucraina, la Nato e gli Stati Uniti inoltrano proposte alla Russia

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Crisi Ucraina, la Nato e gli Stati Uniti inoltrano proposte alla Russia
Diritti d'autore  Alexander Zemlianichenko/Copyright 2022 The Associated Press

Mentre il mondo si interroga sulla possibilità di un bluff di Putin, più di centomila soldati sono assiepati sul confine e la diplomazia si muove tra minacce di sanzioni e ritorsioni. In caso di invasione dell'Ucraina e di conseguenti sanzioni da parte degli Stati Uniti, il Cremlino potrebbe giocarsi la carta del taglio delle forniture di gas.

Ma NATO e Stati Uniti  provano comunque a battere la strada della diplomazia. 

Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO ha confermato che il dialogo è l'unica via possibile: 

"La NATO - ha detto in una conferenza stampa -  crede fermamente che le tensioni e i disaccordi devono essere risolti attraverso il dialogo e la diplomazia, non attraverso la forza o la minaccia della forza. Così oggi abbiamo  trasmesso le nostre proposte scritte alla Russia, e lo abbiamo fatto in parallelo con gli Stati Uniti. "

Il Segretario di Stato americano  Blinken  ha spiegato a sua volta che :

 " Il documento include le preoccupazioni degli Stati Uniti e degli alleati sulle azioni russe che minano la sicurezza, una valutazione pragmatica di  principio  delle preoccupazioni che la Russia ha sollevato, e una  proposta per trovare un terreno comune". 

«Siamo aperti al dialogo e abbiamo offerto alla Russia una via diplomatica seria ma allo stesso tempo stiamo lavorando per rafforzare le difese dell’Ucraina. Le nostre risposte sono state pienamente coordinate con il governo ucraino e gli alleati europei».
Antony Blinken
Segretario di Stato americano

Intanto il ministero della Difesa russo ha mostrato in un video navi da guerra della Flotta nella baia di Sebastopoli, nella penisola di Crimea, in vista delle esercitazioni previste nel Mar Nero.