This content is not available in your region

Éric Zemmour condannato per incitamento all'odio razziale

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Éric Zemmour condannato per incitamento all'odio razziale
Diritti d'autore  Francois Mori/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Éric Zemmour è stato condannato per incitamento all'odio razziale. Il polemista di estrema destra, candidato all'elezione presidenziale francese, dovà pagare 10.000 euro di multa.

In causa, un estratto di una trasmissione alla quale l'ex-giornalista aveva partecipato sul canale televisivo francese CNews. Éric Zemmour vi aveva definito i minorenni isolati dai genitori migranti dei "ladri, assassini e stupratori".

Anche il direttore della tv CNews, Jean-Christophe Thiery, è stato condannato a 3.000 euro di multa.

Una sentenza "ideologica e stupida"

Éric Zemmour ha già annunciato che farà appello di una sentenza che considera "ideologica e stupida".

"Vogliamo che questo sistema che stringe ogni giorno di più la morsa sulla libertà di espressione e sul dibattito democratico finisca", ha twittato il candidato all'elezione della prossima primavera. "Questo sistema fabbrica in maniera industriale dei delitti di opinione. Bisogna urgentemente liberare i tribunali dall'ideologia. La giustizia deve tornare ad essere Giustizia", ha proseguito.

Il polemista è già stato condannato in due processi, per incitamento all'odio razziale e per incitamento all'odio religioso. Altre nove procedure giudiziarie sono in corso nei suoi confronti.