This content is not available in your region

Covid: anno nuovo, restrizioni nuove

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Covid: anno nuovo, restrizioni nuove
Diritti d'autore  AP Photo

Cambiano ancora in Francia le regole sull'auto-isolamento delle persone vaccinate e positive al Covid, da oggi ridotto da dieci a sette giorni.

Secondo molti sulle decisioni del governo pesa il clima di pre-campagna elettorale, e l'intenzione del presidente Macron di limitare al minimo possibile le attività economiche.

L'Assemblea Nazionale potrebbe presto trasformare il pass sanitario in pass vaccinale, rendendo di fatto obbligatorio il vaccino. Intanto la variante Omicron si diffonde rapidamente, e sono stati superati i 200.000 nuovi casi in 24 ore.

Nel Regno Unito torna l'obbligo delle mascherine in classe per gli studenti delle secondarie, una misura che le autorità hanno giustificato con la necessità di evitare soluzioni più drastiche, come la didattica a distanza.

Considerando le cifre di diffusione dei nuovi contagi, in settimana il governo potrebbe disporre un inasprimento delle norme già in vigore.

Nella stessa direzione vanno le autorità russe. A San Pietroburgo per accedere a ristoranti, teatri, palestre e a qualsiasi altro luogo pubblico oe frequentato dal pubblico, sarà necessario un test negativo o un certificato vaccinale.

Infine, in Grecia per usare i trasporti pubblici si dovrà indossare una protezione facciale del tipo FFP2. In mancanza molti cittadini fanno da sè indossando due mascherine alla volta, mentre da lunedi è in vigore un nuovo coprifuoco notturno in tutto il paese.

In questo clima prosegue l'altalena delle valutazioni degli esperti, alcuni dei quali ipotizzano che la variante Omicron, pur altamente trasmissibile, infligga danni meno gravi al sistema respiratorio delle persone colpite.