EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La Cina riduce i legami con la Lituania (per "colpa" di Taiwan)

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore AP/Taiwan Ministry of Foreign Affairs
Diritti d'autore AP/Taiwan Ministry of Foreign Affairs
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Pechino indispettita col Paese baltico, che ha consentito di stabilire un'ambasciata di Taipei a Vilnius

PUBBLICITÀ

La Cina riduce sensibilmente le proprie relazioni diplomatiche con la Lituania, come rappresaglia dopo che la Nazione baltica ha consentito a Taiwan, l'isola democratica rivendicata da Pechino come parte del suo territorio, di aprire a Vilnius un ufficio di rappresentanza.

La Cina avea già precedentemente espulso l'ambasciatore lituano e ritirato il proprio ambasciatore dalla Lituania.

La mossa della Lituania riflette il crescente interesse tra i governi per l'espansione dei legami con Taiwan.

AP/Taiwan Ministry of Foreign Affairs
AP PhotoAP/Taiwan Ministry of Foreign Affairs

Il ministero degli Esteri cinese ha accusato la Lituania di "minare la sovranità e l'integrità territoriale cinese", invitando il governo lituano a "correggere immediatamente gli errori".

Pechino si rifiuta di intrattenere rapporti ufficiali con i governi che riconoscono Taiwan come Paese sovrano.

Molti governi, inclusi gli Stati Uniti e il Giappone, hanno rapporti diplomatici ufficiali con Pechino pur mantenendo ampi legami commerciali con Taiwan.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Visita di eurodeputati a Taiwan fa infuriare Pechino

Pechino: "Riunificazione di Taiwan necessaria"

35 anni da piazza Tiananmen: il mondo ricorda il massacro del 4 giugno 1989, la Cina no