ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il cambiamento climatico è la "più grande minaccia per la salute pubblica globale"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Matt Dunham/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Un recente articolo pubblicato su oltre 200 riviste mediche accreditate avverte che il cambiamento climatico è la "più grande minaccia per la salute pubblica globale".

Le ondate di calore aumentano i tassi di mortalità, specie tra gli anziani e le donne in gravidanza.

Oltre a questi effetti diretti, ce ne sono anche di indiretti, ad esempio la trasmissione di malattie come la "febbre dengue", che aumenta proprio a causa del cambiamento climatico.

"Uno dei punti chiave - dice Andy Haines, epidemiologo - è che la maggior parte delle persone considera il cambiamento climatico una minaccia ambientale, cosa che ovviamente è.

Ma è anche una minaccia per la nostra salute, per la salute delle generazioni di oggi e delle generazioni future: se riformuliamo il cambiamento climatico come una minaccia per la salute, crediamo che questo potrebbe aiutare ad accelerare l'ambizione di tagli davvero profondi nelle emissioni di gas domestici".

Greg Asner/Allen Coral Atlas, Greg Asner
AP PhotoGreg Asner/Allen Coral Atlas, Greg Asner

Esperti sanitari affermano che, nonostante gli sforzi di alcuni per ridurre le emissioni di carbonio, questi obiettivi non sono sufficienti.

I leader dei Paesi più ricchi sono chiamati ad apportare cambiamenti significativi alle loro società.

"Ci sono molti vantaggi nell'andare verso un'economia a basso contenuto di carbonio - aggiunge Haines - non solo i benefici della riduzione dei pericolosi cambiamenti climatici, ma anche della riduzione dell'inquinamento atmosferico, perché gran parte di quest'ultimo, che respiriamo ogni giorno, è dovuto all'utilizzo di combustibili fossili".

Le Nazioni Unite hanno definito la potenziale catastrofe ambientale un "codice rosso per l'umanità".