FIFA: "Iniziative adeguate" dopo il razzismo di Inghilterra-Ungheria

FIFA: "Iniziative adeguate" dopo il razzismo di Inghilterra-Ungheria
Diritti d'autore AP vía Tibor Illyes / MTVA - Fondo de apoyo al servicio de los medios de comunicación y gestión de activos
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Anche il premier britannico Johnson ha chiesto "misure esemplari" per gli insulti ai calciatori che rendevano omaggio alle vittime del razzismo

PUBBLICITÀ

La FIFA annuncia "iniziative adeguate" dopo i fatti di Budapest, dove in occasione di Inghilterra-Ungheria (finita 4-0 per l'Inghilterra) i tifosi locali si sono lasciati andare a una pioggia di insulti razzisti mentre alcuni calciatori si erano inginocchiati in memoria delle vittime del razzismo.

Il massimo organismo del calcio internazionale ha disposto un'inchiesta per accertare l'accaduto e ha promesso comportamenti conseguenti.

A chiedere l'intervento delle autorità calcistiche anche il premier brotannico Johnson, che ha chiesto "misure esemplari per i responsabili".

Amareggiato si è mostrato il tecnico della squadra inglese Gareth Southgate:

"Non credo che i nostri giocatori possano fare qualcosa di più di quello che hanno fatto negli ultimi due o tre anni per cercare di dare il messaggio giusto, prendere la giusta posizione, e spetta ad altri proteggerli. Prima di tutto tocca a me farlo, ma lo devono fare anche e autorità".

Non è la prima volta che il comportamento dei tifosi ungheresi crea problemi a livello internazionale.

Per analoghi insulti razzisti e omofobi durante gli Europei di giugno, l'Ungheria era già stata condannata dalla UEFA a giocare due gare a porte chiuse.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio, indagini in corso per i cori razzisti contro il portiere Maignan in Udinese - Milan

Ungheria: migliaia in piazza contro Viktor Orbán

Ungheria: il portavoce del governo, "Salis non è un'eroina, difenderemo i magistrati"