ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Germania, treni: scontro sindacati - Deutsche Bahn. Sciopero fino a martedì

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Germania, treni: scontro sindacati - Deutsche Bahn. Sciopero fino a martedì
Diritti d'autore  TOBIAS SCHWARZ/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Per la terza volta in poche settimane i ferrovieri tedeschi hanno indetto uno sciopero. Dall'alba di giovedì alle prime ore di martedì 7 settembre niente convogli sulle rotaie. L'agitazione è stata proclamata da Gdl, l'Unione tedesca Macchinisti, dopo il fallimento delle trattative con Deutsche Bahn. Il sindacato chiede un aumento salariale del 3,2%, oltre a un bonus "coronavirus" di 600 euro.

Il gioco delle parti

Nonostante la parziale apertura la compagnia ferroviaria tedesca Deutsche Bahn, che proponeva però un aumento salariale molto diluito negli anni, ha annunciato di aver presentato presso il TAR di Francoforte un'ingiunzione provvisoria contro il sindacato Gdl, questo a fronte del terzo sciopero nazionale dei macchinisti in un mese. Per il sindacato l'apertura dell'azienda è tardiva e insufficiente.

Il "minimo sindacale" dei trasporti

Come tentato anche durante gli scioperi precedenti Deutsche Bahn cerca di garantire un piano di traffico alternativo equivalente al 25% del traffico normale sui collegamenti a lunga percorrenza e il 40% su quelli regionali e locali. Una soluzione per non irritare del tutto la clientela.

Lo scontro fra sindacato e Deutsche Bahn

In Germania l'ultimo grande conflitto sociale è avvenuto tra il 2014 e il 2015. Allora, per circa nove mesi il sindacato Gdl organizzò nove scioperi di più giorni ciascuno, per chiedere una riforma delle regole di rappresentanza. Nel maggio 2015 uno stop di sei giorni fu il più lungo nella storia dell'azienda.