ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Adler, ex soldato Usa, abbraccia i suoi "bambini" dopo 77 anni

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi Agenzie:  AP
euronews_icons_loading
Martin Adler insieme a Bruno, Mafalda e Giuliana Naldi all'aeroporto di Bologna
Martin Adler insieme a Bruno, Mafalda e Giuliana Naldi all'aeroporto di Bologna   -   Diritti d'autore  Antonio Calanni/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono voluti 77 anni, ma alla fine si sono riabbracciati. L'ex soldato americano Martin Adler, oggi 97enne, ha ritrovato Bruno, Mafalda e Giuliana Naldi, quei bambini che incontrò nel 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale, sull'Appennino bolognese. E che da allora gli sono rimasti nel cuore. Tanto da cercarli disperatamente sui social, grazie all'aiuto della figlia.

Dopo mesi di ricerche, si sono ritrovati, all'aeroporto Marconi di Bologna. "Guardate il mio sorriso", dice Adler. "Sorrisi anche allora, li ho amati quei bambini. Volevo darmi un calcio da solo in quel momento per impedirmi di sparare. E fui molto felice di non aver sparato".

Adler allora ventenne venne mandato in perlustrazione a Monterenzio. Insieme al compagno John si trovarono di fronte una cesta nella quale si muoveva qualcosa. Puntarono le armi. Ma nella cesta c'erano tre bambini nascosti. La madre si mise allora tra i figli e il soldato. "La madre, non io, la madre fu la vera eroina", racconta il veterano. "Vi immaginate di piazzarvi davanti a una pistola".

Quell'incontro venne immortalato in una foto, un ricordo indelebile, dal quale è nato il viaggio in Italia di Martin, che nelle prossime due settimane ripercorrerà le tappe delle battaglie che affrontò 77 anni fa.

Video editor • Cinzia Rizzi