ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Italia verso il green pass. Cresce la protesta ma anche l'accettazione

Access to the comments Commenti
Di Giorgia Orlandi
euronews_icons_loading
Manifestazioni contro il Green pass a Roma
Manifestazioni contro il Green pass a Roma   -   Diritti d'autore  Riccardo De Luca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Green pass sì, green pass no. Cresce la protesta, ma anche l'accettazione

Le proteste dei giorni scorsi non sono destinate a finire e il tema green pass è sempre più divisivo. Il nuovo fron te no green pass no vax rivendica libertà di scelta e rigetta l'obbligo a vaccinarsi per entrare in ristoranti al chiuso, cinema, bar e palestre. Mentre la protesta cresce in giro per l’Italia, con nuove manifestazioni in programma mercoledi, a Roma molti si dicono invece pronti ad accettare le nuove regole in vigore dal 6 agosto. "La maggior parte delle persone con cui abbiamo parlato qui nel centro storico della Capitale - dice la corrispondente di euronews, Giorgia Orlandi -, è a favore del green pass. Non sembra infastidito dall'obbligo di doverlo utilizzare per dover entrare in ristoranti, musei oppure palestre. Soprattutto lo vedono come l'unico modo per incoraggiare gli indecisi a vaccinarsi".

"Il vero target sono gli indecisi. Faranno il green pass per tornare a vivere normalmente"

E proprio l’idea di rendere obbligatorio il pass, per molti confermerà il trend già annunciato dal Commissario Figliuolo: ovvero prenotazioni dei vaccini incrementate del 200%. "Io credo che gli indecisi siano il vero target del green pass - ci dice l'avventore di un bar -. Parliamo di persone che si vaccineranno proprio per poter riprendere tutta una serie di attività che senza il green pass non potrebbero più fare". "Capisco che si possa non esser d'accordo - dice una giovane -, ma non riesco a coglierne il senso. Non volete tornare ad avere una vita normale? Io, come penso tutti, voglio tornare alla normalità. Sono quindi a favore del green pass perché credo che senza nuove regole non si uscirà da questa pandemia".

Antonio Calanni/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Manifestazioni contro il Green pass a MilanoAntonio Calanni/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Il ristoratore: "I guadagni ne risentiranno, ma non si può avere tutto dalla vita"

Nei ristoranti al chiuso che non dispongono di tavoli all'aperto si potrà accedere soltanto con il green pass. Un sacrificio, anche economico, che alcuni gestori si dicono però pronti ad affrontare. "In sé - dice uno di loro - è un documento che offre una garanzia sullo stato di salute dei clienti. La trovo quindi un'ottima iniziativa. Certo ci si rimette sul piano dei guadagni, ma non si può avere tutto dalla vita". Tra le preoccupazioni dei cittadini c'è però anche il rispetto della privacy. "È scocciante il fatto di dover sempre esibire i documenti e mostrarli a tutti. La mia privacy non c'è più. È stata spazzata via dal Covid".

Riccardo De Luca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Manifestazioni contro il Green pass a RomaRiccardo De Luca/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Il green pass, un affare politico

Il dibattito sul green pass è ormai diventato un affare politico che serpeggia all’interno di una maggioranza già eterogenea. Il Ministro dell’Interno Lamorgese, da un lato, ha parlato di cortei inaccettabili mentre il leader della Lega Salvini ha chiesto di non condannare ma ascoltare la piazza.