ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Andare dal dentista? Ancora un lusso. In Spagna una fondazione aiuta i poveri

Access to the comments Commenti
Di Carlos Marlasca
euronews_icons_loading
Andare dal dentista? Ancora un lusso. In Spagna una fondazione aiuta i poveri
Diritti d'autore  Shutterstock/Shutterstock
Dimensioni di testo Aa Aa

Le cure odontoiatriche sono ancora un lusso in molti paesi europei. Qui siamo in Spagna, dove la fondazione Luis Seiquer è nata per sopperire alle mancanze della sanità pubblica. La signora Maria José Encinas è stata aiutata dalla Onlus e ha riscoperto il piacere di uscire con le amiche:

Prima inventavo scuse per non uscire, perché vedevo le mie amiche mangiare, masticare normalmente, io non ci riuscivo. Mi era venuto un complesso, stavo male psicologicamente.

La fondazione aiuta le persone che non ce la fanno a spendere grosse cifre per il dentista o si trovano in situazioni di fragilità, come i migranti o donne maltrattate.

Si risparmia mediamente il 50 percento rispetto a un dentista privato, ma si può anche non pagare nulla, a seconda della situazione.

"Le cose che più ci chiedono sono l'igiene dentale, le estrazioni - dice Claudia Picornell, una dentista dell'associazione - Vengono con denti fratturati e dolore. Ma sistemiamo anche protesi fisse e mobili".

Una delle ultime cliniche è stata aperta a Madrid. Ha iniziato a lavorare poco prima che scoppiasse la pandemia e già ha aiutato 700 persone. Ma la fondazione lavora anche all'estero soprattutto in America Latina.

La fondazione cura anche i migranti ospiti del centro di Melilla. Ma il sogno del suo presidente è che la sanità pubblica si facesse carico anche delle cure odontoiatriche.

Il mio sogno sarebbe l'harakiri della fondazione o meglio la sua scomparsa. Se la sanità pubblica pagasse anche il dentista non ci sarebbe bisogno della fondazione. La cura dei denti dovrebbe essere considerata come la cura degli occhi.
ANTONIO CASTAÑO SÉIQUER
presidente della fondazione

Dalla sua nascita, 12 anni fa, la fondazione ha curato più di 50mila persone. In Spagna ha al momento 5 cliniche e un'unità mobile.