EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Scontro Varsavia-Bruxelles sulle misure disciplinari contro i giudici polacchi

Scontro Varsavia-Bruxelles sulle misure disciplinari contro i giudici polacchi
Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews Agenzie:  ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Corte Ue accoglie la richiesta sospensiva della Commissione, ma la Polonia non ci sta

PUBBLICITÀ

È scontro diretto tra Varsavia e Bruxelles, con la Polonia che dice no alla Corte di giustizia europea, in merito alla modifica di alcune leggi polacche. Varsavia rifiuta l'ordine della Corte di sospendere immediatamente l'applicazione delle disposizioni nazionali, giustificando che le riforme sono volte a combattere la corruzione e a porre fine all'eredità dell'era comunista nel sistema giudiziario.

Tra le riforme, l'esecutivo conservatore polacco ha istituito una "camera disciplinare", per sorvegliare il lavoro dei giudici e ha il potere di revocare la loro immunità, per affrontare un processo penale o ridurre i loro stipendi. Per la Commissione europea, che aveva fatto ricorso, questa nuova istituzione mina lo stato di diritto e va contro gli standard democratici degli Stati membri.

Questo giovedì è attesa la decisione della corte Costituzionale di Varsavia, che stabilirà se la legge polacca sia al di sopra di quella europea in caso di conflitto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Nuova Caledonia, proteste contro la riforma costituzionale voluta dalla Francia: morti e feriti

Doppio referendum costituzionale in Irlanda: voto su definizione di famiglia e ruolo della donna

Aborto: il Senato francese approva la modifica costituzionale