ULTIM'ORA
This content is not available in your region

EURO2020, la UEFA accoglie il ricorso di Mosca: via lo slogan da maglia Ucraina

La maglia della nazionale dell'Ucraina
La maglia della nazionale dell'Ucraina   -   Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Si apre sull'onda di una polemica geopolitica il campionato europeo di calcio al debutto questa settimana.

La UEFA ha infatti accolto, seppure parzialmente, i reclami della Russia, che chiedeva la rimozione di due slogan dalla maglia della nazionale ucraina; dalla quale, Mosca voleva anche che fosse tolta la parte della mappa dell'Ucraina che rappresenta la Crimea, annessa dalla Russia nel 2014 con un colpo di mano condannato da gran parte della comunità internazionale

E la mappa, in effetti, sulle maglie ucraine potrà restarci, in linea con il diritto internazionale che riconosce l'annessione come illegale.

La commissione UEFA ha però deciso che uno degli slogan che avevano irritato Mosca, quello che recitava "Gloria ai nostri eroi!", debba essere rimosso dal kit giallo e blu della squadra; mentre l'altro - "Gloria all'Ucraina" - potrà rimanere visibile sul retro del colletto della maglia.

"Dopo ulteriori analisi, questa specifica combinazione dei due slogan è considerata di natura chiaramente politica, con un significato storico e militaristico", ha dichiarato la UEFA.

Gli slogan fanno parte di canti che furono usati per la prima volta in Ucraina durante la prima guerra mondiale come forma di protesta contro il dominio sovietico e sono stati riproposti dai militari del paese durante il conflitto che dal 2014 infuria nell'est del paese contro i separatisti filorussi in Donbas.

Andriy Pavelko, capo dell'Associazione calcistica ucraina, ha scritto su Facebook che disegnare il confine "darà forza ai giocatori, perché combatteranno per l'Ucraina". "Il calcio e la squadra nazionale uniscono l'Ucraina! Gloria all'Ucraina!", ha aggiunto.

Національна збірна Україна виступатиме на Євро-2020 в новій — особливій формі. Головним її атрибутом стане оберіг і...

Posted by Andrii Pavelko on Sunday, June 6, 2021

Le critiche di Mosca sui social media

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha criticato aspramente le divise in una dichiarazione su Facebook, scrivendo che "la squadra di calcio ucraina ha unito il territorio dell'Ucraina con la Crimea russa sulla sua uniforme".

Украинская футбольная команда на своей форме присоединила территорию Украины к российскому Крыму. Объяснение такое же...

Posted by Maria Zakharova on Sunday, June 6, 2021

Secondo Zakharova, ciò crea "l'illusione dell'impossibile", e costituisce una "bufala". Ha aggiunto che gli slogan erano "nazionalisti" ed erano stati usati dai collaboratori dei nazisti.

"Kiev vuole allontanare questo slogan dalla sua origine scomoda e riempirlo di un nuovo significato positivo in modo che sia percepito in tutto il mondo esclusivamente come progressista e il più possibile in linea con l'agenda globale", ha aggiunto, concludendo che si tratta di "propaganda di stato".

L'Ucraina e la Russia in campo una contro l'altra?

Le partite di EURO2020 iniziano questo venerdì. L'Ucraina e la Russia non giocheranno una contro l'altra nella fase a gironi, che dovrebbero superare entrambe per trovarsi faccia a faccia sul campo da gioco. Una regola UEFA in vigore dal 2014, infatti, separa le squadre nazionali e le squadre di club dei due paesi per evitare quanto più possibile che giochino tra loro.

L'Ucraina inizierà contro i Paesi Bassi ad Amsterdam domenica.