ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Le reazioni dell'Europa al gesto di pirateria della Bielorussia sono state sufficienti?

euronews_icons_loading
Belarus' opposition flag
Belarus' opposition flag   -   Diritti d'autore  GINTS IVUSKANS/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

"La nostra Bielorussia è nella tempesta" Alcuni attivisti hanno sfidato la pioggia di Bruxelles il giorno dopo che gli Stati membri dell'UE hanno finalmente trovato la loro unità contro il regime di Lukashenko. Tuttavia, per questi manifestanti, chiudere gli aeroporti europei agli aerei di linea bielorussi e prendere di mira più alti funzionari del regime non è sufficiente per ottenere risultati politici concreti contro Lukashenko.

Dice Darja, un'attivista bielorussa: "La Bielorussia dovrebbe essere punita per questa azione. E l'Europa dovrebbe essere più decisa nell'adozione di sanzioni e sostegno alla società civile bielorussa".

Gli stati membri vogliono che Minsk liberi immediatamente il giornalista Roman Protasevich, soprattutto dopo l'umiliazione di pirateria aerea contro un aereo di linea Ryanair in viaggio verso Vilnius e costretto ad atterrare in Bielorussia da un aereo da combattimento.

Dice il deputato lettone Arturs Krišjānis Kariņš: "Stiamo esaminando sanzioni economiche più ampie, e la fonte di reddito che ha il regime, quindi queste sanzioni potrebbero richiedere un po 'di tempo prima che si avverta davvero, ma ciò che è stato detto intorno a quel tavolo stava andando molto più in là di quanto abbiamo fatto noi".

L'Europa orientale sta diventando sempre più problematica per l'Unione Europea. I leader avrebbero dovuto aumentare la pressione su Mosca, ma la detenzione illegale di Protasevich li ha costretti a cambiare l'ordine del giorno. Le conclusioni sulla Russia sono state meno dure di quello che avrebbero dovuto essere fatto. E la questione della sostanza è stata rinviata. Tuttavia la Russia e la Bielorussia sono considerate parte della stessa questione politica.

Gustav Gressel: "L'Unione europea è divisa al suo interno fra paesi che pensano che sia necessario isolare la Bielorussia dalla Russia. Ed altri che affermano come Mosca potrebbe sbarazzarsi di Lukashenko e considerano che il prezzo da pagare da Mosca per mantenere i legami con Minsk potrebbe diventare insostenibile".

L'UE intende discutere la sua strategia con la Russia. Il Consiglio ha chiesto al capo della diplomazia dell'UE, Joesp Borrell, di preparare un rapporto sulla Russia. Per andare avanti con il Krelin, consentirà all'UE di esercitare maggiore pressione su Lukashenko.