EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La Scala, riapertura al pubblico con 2 concerti destinati alla storia

L'orchestra
L'orchestra Diritti d'autore Antonio Calanni/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Antonio Calanni/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lunedì il coro e l'orchestra della Scala diretti da Riccardo Chailly, martedì Riccardo Muti con i Wiener Philharmoniker

PUBBLICITÀ

Sulle note di un cauto ottimismo ha riaperto al pubblico il teatro la Scala.

Una riapetura che vale doppio, perché vuole essere una ventata d'ottimismo contro la pandemia e che arriva nel 75 esimo anniversario della riapertura all'indomani della Seconda guerra mondiale.

La Scala riapre con due concerti straordinari destinati a rimanere nella storia. Il 10 a dare il bentornato in sala sono stati il coro e l'orchestra della Scala diretti da Riccardo Chailly in un appuntamento che vuole anche celebrare i 75 anni dal concerto della rinascita diretto da Arturo Toscanini l'11 maggio 1946. 

Ed è per questo che l'esibizione proprio l'11 sarà trasmessa su Rai5 e in streaming su RaiPlay. L'11 si esibiranno i Wiener Philharmoniker con Riccardo Muti, nell'ultimo concerto della loro mini tournée italiana. 

Nello stesso giorno al mattino nel foyer del teatro sarà svelata la targa dedicata al sindaco della Liberazione Antonio Greppi, che decise di far partire la ricostruzione dalla cultura e si impegnò per ridare vita alla Scala bombardata.

Oltre al concerto del 10 e dell'11, al Piermarini è in programma con il pubblico solo un concerto della Filarmonica diretta da Daniel Harding il 17 (tutti e tre gli appuntamenti sono andati sold out dopo pochi minuti dalla messa in vendita). Il resto della programmazione è destinato solo allo streaming.

Almeno per il momento, in attesa di capire come evolverà la situazione pandemica. Non saranno però solo queste le occasioni per vedere coro, orchestra e corpo di ballo della Scala dal vivo. Il sovrintendente ha già annunciato di voler realizzare una serie di spettacoli in diverse zone della città. Una trentina di appuntamenti in centro, borghi, periferia che avrà come conclusione un'intera giornata in cui tutti i settori della Scala si esibiranno in Galleria.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Milano, ovazione per Macbeth e Mattarella alla Prima della Scala

Manifestazioni pro-Palestina in Europa: tende anche nelle università italiane

Dalla danza delle spade al teatro moderno, le arti performative prosperano in Qatar