ULTIM'ORA
Advertising
This content is not available in your region

Kiev, celebrata la vittoria sulla Germania nazista

euronews_icons_loading
Kiev, celebrata la vittoria sulla Germania nazista
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Celebrato a Kiev il 76esimo anniversario della capitolazione della Germania nazista al termine della seconda guerra mondiale.

Soldati ucraini e polacchi hanno deposto fiori a un monumento che ricorda le vittime del nazismo, nel quadro di una rievocazione storica organizzata congiuntamente da istituti dei due paesi.

Per il secondo anno le celebrazioni si sono svolte coi limiti imposti dalla pandemia, e alcune delle iniziative tradizionali sono state cancellate per ragioni sanitarie.

È rimasto possibile per i cittadini deporre fiori ai piedi della Fiamma eterna e di altri momunenti.

I partecipanti hanno intonato canti patriottici e dato origine a qualche tafferuglio, tra sostenitori e oppositori del governo attualmente in carica.

La festività è stata osservata anche nel Donbass, la provincia autoproclamatasi indipendente da Kiev grazie al sostegno ricevuto da Mosca.

La cerimonia principale si è svolta a Donetsk, dove tra il 1941 e il 1943 morirono a causa della guerra contro i nazisti morirono 330.000 dei 507.000 abitanti.

Il presidente Volodymyr Zelensky ha passato la Giornata della Vittoria visitando un piccolo centro sul confine con la Russia, Milovoe, nella regione di Luhansk che in gran parte è sotto il controllo dei separatisti.

Ai tempi dell'Unione sovietica la Giornata della Vittoria che, dal 1965, è diventata festa ufficiale, era celebrata contemporaneamente in tutti i paesi del blocco.

Dopo la caduta del comunismo la ricorrenza ha continuato a venire osservata, ma dagli anni '90 ha attenuato i toni di critica al nazismo e ai suoi alleati ucraini.