ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scozia al voto. La premier Nicola Sturgeon punta alla riconferma e all'indipendenza dal Regno Unito

Di Euronews
euronews_icons_loading
Nicola Sturgeon, premier scozzese
Nicola Sturgeon, premier scozzese   -   Diritti d'autore  Virginia Mayo/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Scozia al voto il 6 maggio per rinnovare il parlamento locale. I sondaggi prevedono una riconferma della premier Nicola Sturgeon, leader del Partito nazionale scozzese (SNP) che, superata la bufera Covid-19, vuole un altro referendum per l'indipendenza del suo Paese.

Nel 2014 il 55% degli scozzesi avevano scelto di rimanere nel Regno Unito. Per il primo ministro britannico Boris Johnson questo tipo di consultazioni si fanno "una volta per generazione", quindi è sordo a una nuova richiesta. Tuttavia Surgeon ritiene che l'ottenere una solida maggioranza in questo turno elettorale, aumenterebbe la pressione sul governo britannico e aprirebbe la strada a un via libera al referendum.

"Un voto per noi è primariamente un voto a una leadership d'esperienza per gestire l'emergenza sanitaria. E, usciti dalla pandemia, un voto per ridare al popolo la scelta dell'indipendenza", ribadisce la Prima ministra, che può contare su un buon consenso nel Paese per come l'ha guidato nei momenti peggiori della crisi Covid, grazie anche a un rapporto diretto con i cittadini a colpi di conferenze stampa quotidiane.

Pura manipolazione secondo il leader dei conservatori Douglas Ross, che accusa la Premier di aver usato la pandemia per reclutare elettori. "Faremo in modo che non ottenga di nuovo la maggioranza, come nel 2016", promette.

Per Ross e il suo partito è un testa a testa per il secondo posto con i laburisti guidati da Anas Sarwar. Entrambi pensano che in questo momento un referendum non sia una priorità per la Scozia.

Da notare che numerosi sondaggi rilevano che la maggioranza degli scozzesi non vuole una consultazione sull'indipendenza nel breve periodo. Le conseguenze economiche e sociali della pandemia preoccupano la popolazione. Il governo britannico ha saputo uscire bene dall'emergenza sanitaria: la campagna vaccinale va a gonfie vele, e nelle ultime 24 ore si è registrato un solo decesso per Covid-19 nel Paese.

Giovedì si voterà anche in Galles, dove i laburisti al governo vanno verso la riconferma, e in diverse elezioni locali in Inghilterra, fra cui quella per il sindaco di Londra che dovrebbe assicurare un secondo mandato al laburista Sadiq Khan.