ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Gestore cinema sfida Dpcm,'resto aperto'

Titolare salentino, 'disobbedienza civile, ho affisso cartello'
Titolare salentino, 'disobbedienza civile, ho affisso cartello'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TAVIANO (LECCE), 26 OTT – “All’ingresso ho affisso
un cartello con la scritta ‘Io resto aperto’: tenere il cinema
aperto è una forma di disobbedienza civile per protesta contro
questa chiusura che non ha senso perché il cinema resta tra i
luoghi più sicuri e controllati”. E’ la sfida che Antonio
Mosticchio, titolare del cinema
“Multiplex Sala Fasano” di Taviano, in Salento, lancia alle
nuove disposizioni anti-Covid del più recente Dpcm, che torna a
chiudere cinema e teatri.
“Io dal lockdown di primavera ho avuto un danno di oltre 60mila
euro – spiega – ora con questa nuovo stop rischio davvero di
chiudere. Mi sono arrivate voci secondo le quali la Questura
manderà addirittura la Digos per chiudermi. Io sarà aperto -
ribadisce – mi dovranno chiudere loro”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.