ULTIM'ORA
This content is not available in your region

India, manca l'ossigeno: si muore in strada di Covid

euronews_icons_loading
India, manca l'ossigeno: si muore in strada di Covid
Diritti d'autore  Rafiq Maqbool/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

In India, per il quinto giorno consecutivo, si è registrato un numero record di nuove infezioni, oltre 350.000. Gli ospedali di Nuova Delhi sono travolti dall'afflusso di pazienti Covid e non sono attrezzati ad affrontare l'emergenza per la carenza di ossigeno.

Molte persone vengono respinte per assenza di posti letto, respiratori e, appunto, ossigeno. Alcuni non ce la fanno e muoiono sul posto, in strada, in attesa del ricovero.
Il governo indiano ha organizzato l'invio di autocisterne di ossigeno a Delhi. Viaggiano in treno, è più veloce.

L'Oms, "in India situazione straziante"

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito la situazione che l'India sta vivendo come "più che straziante".

Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS, si sta mobilitando per il supporto al Paese: "L'Oms sta facendo tutto il possibile - dice Ghebreyesus - sta fornendo attrezzature essenziali, tra cui migliaia di contenitori di ossigeno, ospedali da campo mobili prefabbricati e materiali di laboratorio".

Il supporto degli Stati Uniti

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha promesso all'India supporto emergenziale. Una mano tesa accolta con favore dal primo ministro indiano Narendra Modi, che ha particolarmente apprezzato la decisione di Washington di rendere disponibili materie prime necessarie alla produzione di vaccini.

Nel tweet del primo ministro Modi: "Ho avuto una conversazione fruttuosa con @POTUS @JoeBiden oggi. Abbiamo discusso in dettaglio l'evoluzione della situazione Covid in entrambi i Paesi. Ho ringraziato il presidente Biden per il sostegno fornito dagli Stati Uniti all'India. La mia discussione con Biden ha anche sottolineato l'importanza di catene di approvvigionamento fluide ed efficienti di materie prime e medicinali per i vaccini. La partnership sanitaria India-USA può affrontare la sfida globale della Covid-19".

Anche l'Unione europea si mobilita

Anche i membri dell'Unione europea, compresa la Germania, si stanno facendo avanti.

"Ora stiamo lavorando a pieno ritmo per vedere fino a che punto possiamo portare lì gli impianti che producono ossigeno - dice la Cancelliera Angela Merkel - Tutta l'Europa lo sta facendo. Ne ho anche parlato oggi con il primo ministro portoghese, che detiene la presidenza europea. Vogliamo fare tutto il possibile per aiutare l'India".

Anche se l'India ha gestito la prima ondata della pandemia, si è trovata mal preparata per la seconda. Solo le consegne immediate di ossigeno e vaccini possono aiutare a porre fine all'incubo.