Vertice Washington-Bruxelles: "fronte comune su Cina e Russia"

Vertice Washington-Bruxelles: "fronte comune su Cina e Russia"
Diritti d'autore Virginia Mayo/AP
Di Antonio Michele Storto
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il neo-segretario di Stato americano ha discusso con i vertici europei riguardo "all'atteggiamento aggressivo di Mosca e Pechino"

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken e il responsabile della politica estera dell'Unione europea Josep Borrell si sono incontrati questo giovedi a Bruxelles, alla presenza della Presidente della Commissione Ursula Von Der Leyen, per discutere due dossier tra i più delicati, ovvero il comportamento definito " conflittuale" della Russia e le relazioni commerciali con la Cina.

PUBBLICITÀ

I trei hanno deciso di adottare un approccio comune riguardo a Mosca, rinsaldando così le relazioni transatlantiche che negli ultimi 4 anni erano parse scricchiolare.

"Abbiamo concordato di coordinare i nostri sforzi - ha detto Borrell - per affrontare il comportamento conflittuale della Russia e incoraggiarla ad abbandonare questo percorso. Ma continuiamo comunque a essere disponibili a impegnarci con Mosca su questioni di interesse comune".

"Abbiamo concordato inoltre - ha aggiunto Blinken - di riprendere il dialogo anche riguardo alla Cina, perché sappiamo che possiamo avvicinarci a Pechino nel modo più efficace quando lavoriamo insieme e coordiniamo i nostri approcci. Stiamo lavorando insieme su tutte queste questioni e su molte altre nella nostra agenda di sicurezza nazionale e di politica estera".

Nel frattempo, il neo presidente Joe Biden è stato invitato alla riunione del Consiglio europeo di questa settimana, mentre il blocco cerca di "ricostruire" le sue relazioni con gli Stati Uniti.

Ci si aspettava che Blinken usasse i colloqui con von der Leyen e Borrell per trattare la tensioni commerciali e diplomatiche con la Cina. Blinken ha detto mercoledì che vuole lavorare con i partner degli Stati Uniti riguardo al modo "di far avanzare i nostri interessi economici condivisi e per contrastare alcune delle azioni aggressive e coercitive della Cina".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tutti gli occhi sono puntati su Ursula von der Leyen, mentre il clima politico si fa rovente

Come rendere il turismo europeo più resistente agli shock in futuro?

Breton: "Intelligenza artificiale nel turismo: l'Ue sarà all'avanguardia"