EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Disordini e arresti alla veglia per Sarah Everard a Londra: polizia sotto accusa

Disordini e arresti alla veglia per Sarah Everard a Londra: polizia sotto accusa
Diritti d'autore Frank Augstein/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Frank Augstein/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Centinaia di persone hanno partecipato alla manifestazione non autorizzata in memoria della 33enne rapita e uccisa lo scorso 3 marzo. Polizia sotto accusa per uso eccessivo della forza, il ministro dell'Interno Priti Patel chiede un'indagine

PUBBLICITÀ

È degenerata in scontri con la polizia la veglia organizzata a Londra per ricordare Sarah Everard, manager 33enne scomparsa mentre tornava a casa lo scorso 3 marzo. Wayne Couzens, un agente di polizia di 48 anni, è stato arrestato martedì scorso con l'accusa di averla rapita e uccisa.

Nonostante la veglia non fosse stata autorizzata centinaia di persone scese, in larga maggioranza donne, sono scese in strada per riappropriarsi degli spazi pubblici e chiedere un cambiamento, mentre nel Paese si è riacesso il dibattito su violenza di genere e sicurezza nelle strade.

Scotland Yard è stata criticata per i metodi violenti usati durante la veglia: diverse donne sono state arrestate, gettate a terra e portate via a braccia. 

Boris Johnson ha espresso profonda preoccupazione per questi metodi brutali e ha promesso nuove misure per aumentare la sicurezza per le strade. Interventi che verranno esaminati nel corso di una riunione d'emergenza, nella quale incontrerà anche Cressida Dick, capo della polizia londinese. 

La poliziotta ha rifiutato di dare le dimissioni, chieste da più parti, e ha parlato di dimostrazioni che per sei ore sono state pacifiche, con persone che portavano fiori e la presenza di pochi agenti intorno. Poi una massa di gente ha cominciato ad assembrarsi e le sue squadre hanno dovuto intervenire per far rispettare le misure anti-Covid. Se quei raduni fossero stati autorizzati, anche lei, ha detto, avrebbe preso parte alle manifestazioni per ricordare Sarah e tutte le vittime. 

Il ministro degli Interni britannico Priti Patel ha chiesto alla polizia di Londra "un'indagine approfondita" sull'accaduto, e ha definito "scioccanti" le immagini diffuse sui social media che mostrano violenze verso i manifestanti.

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha parlato di scene "inaccettabili" e ha invocato un'inchiesta indipendente.

La polizia ha confermato l'arresto di quattro persone. Prima dei disordini anche Kate Middleton, duchessa di Cambridge e moglie del principe William, aveva depositato un mazzo di fiori in ricordo della donna.

I resti di Sarah Everard sono stati ritrovati dentro un sacco in un bosco nei pressi della capitale. Soltanto l'analisi dei denti ha permesso di identificarla. Couzens, poliziotto che ha operato per anni a Westminster, Downing Street e anche fuori dell'Ambasciata americana, è apparso per la prima volta questo sabato davanti ai giudici del tribunale di Westminter.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Londra: non si ferma la protesta delle donne che chiedono più sicurezza

Londra, uomo armato di katana uccide 13enne e ferisce altre quattro persone nella periferia est

Armato di balestra, viene ucciso dalla Polizia a Londra: aperta un'inchiesta