ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La notte dei "César": protesta clamorosa di Corinne Masiero e trionfo per "Adieu les cons"

Di Cristiano Tassinari  & Euronews Cultura & Spettacolo
euronews_icons_loading
La notte dei "César": protesta clamorosa di Corinne Masiero e trionfo per "Adieu les cons"
Diritti d'autore  أ ف ب
Dimensioni di testo Aa Aa

Scalpore ai premi "César", gli Oscar francesi del cinema, organizzati dall'Académie des César, andati in scena da Parigi venerdì sera.

L'attrice Corinne Masiero, 57 anni, ha protestato in maniera clamorosa contro la chiusura dei luoghi di cultura, causa pandemia, in tutta la Francia (ormai da tre mesi, per cinema e teatri) - sostenendo i lavoratori dello spettacolo -, salendo sul palco vestita con un costume d'asino macchiato di sangue, per poi toglierselo e rimanere nuda.

AP Photo
Corinne Masiero vestita da asino.AP Photo

I "César" erano in modalità virtuale, con un piccolo pubblico in sala, ma Corinne Masiero era presente perchè avrebbe dovuto consegnare il premio per i costumi.

Lo scorso dicembre, centinaia di attori, registi teatrali, musicisti, tecnici e critici cinematografici e molti altri esponenti del mondo della cultura francese hanno protestato a Parigi e in altre città contro la chiusura dei luoghi di cultura da parte del governo

Thomas Samson/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Corinne Masiero prima della sua "performance".Thomas Samson/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

La protesta di Corinne Masiero e le sue scritte sul corpo - ad esempio "No Culture No Future" e "Rend nous l'art, Jean", riferito a Jean Castex, primo ministro francese - hanno fatto il giro del mondo, offuscando perfino il trionfo della commedia "Adieu les cons" di Albert Dupontel, che ha sbaragliato la concorrenza, vincendo ben 7 Cesar: tra cui miglior film, miglior regia e miglior attore non protagonista.

"Adieu les cons" ("Addio idioti") è un film dal retrogusto molto amaro: racconta la disperata ricerca di un figlio abbandonato anni prima da parte di una donna che scopre di essere gravemente malata.

"Favoletta amaro-poetica un po' sopravvalutata", ha commentato il critico (molto critico!) cinematografico di "Le Monde".

Tra i pochi vip presenti alla premiazione, anche l'attrice Fanny Ardant (71 anni).

Thomas Samson/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Fanny Ardant alla manifestazione dei César.Thomas Samson/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Tre premi (miglior documentario, suono e montaggio) anche per il film-documentario "Adolescentes", del regista francese Sébastien Lifshitz, prodotto da Muriel Meynard.

AP
Sébastien Lifshitz e Muriel Meynard.AP

Attraverso un arco di cinque anni, il film narra la storia dell'adolescenza di due ragazze, dai 13 ai 18 anni, nella Francia di oggi.

Emma e Anaïs, dai loro 13 anni alla maggiore età: i loro interrogativi giovanili e i loro studi in un liceo di Brive-la-Gaillarde.
Con questo film, Sébastien Lifshitz parla agli adolescenti del nostro tempo. Quelli che hanno sempre conosciuto gli smartphone e i social network. Ma poco altro.

"Adolescentes" aveva già ricevuto una accoglienza positiva da parte della critica al Festival di Locarno dell'estate scorsa.

I premi principali

Miglior film: "Adieu Les Cons", di Albert Dupontel

Miglior regista: Albert Dupontel per "Adieu Les Cons"

Miglior attrice: Laure Calamy per "Antoinette Dans Les Cévennes"

Miglior attore: Sami Bouajila per "Un Fils"

Miglior film straniero: "Another Round" (Danimarca), di Thomas Vinterberg

Miglior attrice non protagonista: Emilie Dequenne per "Les Choses Qu’On Dit, Les Choses Qu’On Fait"

Miglior attore non protagonista: Nicolas Mariè per "Adieu les cons"

Miglior sceneggiatura originale: Albert Dupontel per "Adieu les cons"

Miglior documentario: "Adolescentes" di Sébastien Lifshitz

Miglior montaggio: Tina Baz per "Adolescentes"

Miglior musica originale: Rone per "La nuit venue"

Miglior suono: l'equipe del film "Adolescentes"

Miglior fotografia: Alexis Kavyrchine per "Adieu les cons"

Migliori costumi: Madeleine Fontaine per "La bonne épouse"

Miglior adattamento: Stéphane Demoustier per "La fille au bracelet"

Miglior film d'animazione: "Josep", di Aurel

César Anniversaire 2021: "Le Splendid"