ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In Europa il timore della terza ondata di coronavirus

euronews_icons_loading
In Europa il timore della terza ondata di coronavirus
Diritti d'autore  Achmad Ibrahim/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Non ha stupito la conferma sul tasso di infezione da Covid nove volte superiore alla media nazionale nella zona di Dunkerque nel nord della Francia dove è stato instaurato il lock down nel fine settimana.

La Francia colpita da nord a sud

La misura giunge a pochi giorni dal decreto di analoghe misure in Costa Azzurra per i prossimi weekend e in circa 10 dei 102 dipartimenti francesi che destano preoccupazione. Si annunciano possibili altre misure localizzate anche se il governo vuole evitare una nuova chiusura nazionale.

Così si è espresso il ministro della salute francese Olivier Véran: ""A Dunkerque e nella comunità dei comuni delle Alte Fiandre ... verrà decretato un blocco nel fine settimana. Quindi, da questo fine settimana. Restano in vigore le abituali esenzioni per alcuni motivi, come gli acquisti di generi di primi per necessità o per ragioni sanitarie. Negozi diversi da quelli alimentari saranno chiusi. Ripeto, la situazione epidemica non è buona nel nostro Paese e in generale in Europa ".

La Svezia non interventista

Anche la Svezia sta adottando misure restrittive. Il governo, che è stato a lungo non interventista, sta riducendo gli orari di apertura di ristoranti, bar e caffetterie e inasprisce i limiti al numero di persone ammesse nei negozi per scongiurare una terza ondata.

I test in Germania

In Germania, il ministro della salute Jens Spahn che è sotto pressione per la lenta campagna di vaccinazione contro il coronavirus del Paese, ha annunciato che i kit auto-diagnostici recentemente approvati saranno disponibili nei negozi a livello nazionale "nei prossimi giorni".

Luce verde negli Usa per il vaccino JOHNSON & JOHNSON

Dagli Stati Uniti giunge la notizia che Il vaccino anti-Covid monodose della Johnson&Johnson fornisce una robusta protezione contro il virus e può ridurre in modo significativo il contagio dalle persone vaccinate. Lo afferma la Food and Drug Administration come riportato dai media a stelle e strisce. Le prove hanno indicato che il vaccino può ridurre i rischi di Covid-19 e prevenire la contrazione del virus almeno 14 giorni dopo la sua somministrazione.