This content is not available in your region

Covid, la campagna di vaccinazione e i sistemi sanitari al collasso

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Covid, la campagna di vaccinazione e i sistemi sanitari al collasso
Diritti d'autore  AP Photo

Lunghe file di persone in attesa di ricevere la prima dose del vaccino anti Covid si sono snodate lungo le strade di Zagabria. Una massiccia campagna di vaccinazione ha preso il via martedì nella capitale croata. Se tutto va secondo i piani, le autorità sanitarie contano di vaccinare circa 17.000 residenti entro la settimana.

Tra coloro che premono per dare un'accelerata alla somministrazione del vaccino, c'è la moglie del presidente della Croazia Milanović, che è epidemiologa.

"Quello che sappiamo di tutti i vaccini, senza eccezione, e penso che sia la cosa più importante da dire, è che qualsiasi vaccino prendi, ti risparmia l'unità di terapia intensiva, i ventilatori e un esito fatale. Penso che sia nell'interesse di tutti" commenta Sanja Musić Milanović.

Una seconda squadra di sanitari dell'esercito tedesco è arrivata martedì in Portogallo: si tratta di otto medici e 18 infermieri, atterrati a Lisbona per dare il cambio a una precedente équipe nel Paese dall'inizio di febbraio. I tedeschi arrivano a supporto di un sistema sanitario piegato dalla carenza di risorse umane e dal picco epidemico di gennaio.

Dice Catarina Sarmento e Castro, vice ministro della difesa portoghese, che ha accolto il team proveniente dalla Germania: "Il sole e la speranza con cui li accogliamo non devono farci dimenticare che i servizi sanitari hanno ancora bisogno di questo aiuto".

In Spagna, il governo regionale della Galizia ha annunciato che il vaccino Covid-19 sarà obbligatorio per tutti i suoi 2,7 milioni di abitanti.

Giro di vite, dunque, anche in relazione alle misure di prevenzione, adottate per alzare un argine contro l'impennata del numero dei contagi: le multe per chi non segue le regole passeranno da 1.000 a 60.000 euro.